Sfila Marco De Vincenzo: Rinascimento in chiave minimal

28 febbraio 2010 
<p>Sfila Marco De Vincenzo: Rinascimento in chiave minimal</p>
PHOTO FIRSTVIEW

GUARDA TUTTE LE COLLEZIONI AI 2010/11 >

Oggi in passerella Marco De Vincenzo, ecco qua le foto >

Il giovane Marco De Vincenzo, classe 1978, alla sua seconda prova sulle passerelle milanesi racconta di essersi ispirato a un interno Mediceo, alle sue pareti stuccate, agli arazzi, per creare una collezione grafica e surreale al tempo stesso. I materiali preferiti, jersey in primis - utilizzato anche a strisce multicolore cucite insieme - e poi lane compatte, velluti di seta cascanti e leggeri, jacquard e crespo di lana, sono lavorati ad arte come se fossero architetture da indossare, ma privi di ogni rigidità. Il contrasto tra silhouette asciutte e fluide spicca nei miniabiti aderenti sul busto, che si aprono a corolla dalla vita in giù grazie a costruzioni sartoriali e a tagli da maestro, nelle gonne-pantalone corte o lunghe con sfumature effetto arazzo, nei pants di jersey a vita alta e molto slim. Le giacche sono affusolate e hanno orli che ricordano il profilo di un violino, così come le pieghe delle gonnelle più movimentate. Alcune giacche e cappottini esili di lana hanno lavorazioni jacquard che ricordano un bosco di alberi spogli. I capispalla più voluminosi in cashmere sono arricciati da doppia coulisse. Gli accessori sono pochi ma notevoli: non potrebbe essere altrimenti per il designer che, da otto anni, è l'inseparabile assistente di Silvia Venturini Fendi sulla linea accessori.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).