Sfila AF Vandevorst: Amazzone del nuovo millennio

05 marzo 2010 
<p>Sfila AF Vandevorst: Amazzone del nuovo millennio</p>
PHOTO FIRSTVIEW

GUARDA TUTTE LE SFILATE AI 10/11 >

Oggi in passerella AF Vandevorst, ecco qua le foto >

An Vandevorst e Filip Arickx, la coppia di stilisti che si cela dietro il brand A.F. Vandevorst, ripropongono in versione invernale alcuni concetti già emersi nella sfilata per questa primavera-estate. Ritorna l'effetto armatura con l'uso della pelle rigida nei pettorali-decoro, ma anche nelle cinture alte multifibbia e nei cuissardes, proposti a più riprese con tacco grosso e una sorta di ginocchiera snodata per facilitare il movimento. Più che dalla creatività dei fashion designer, questi accessori sembrano usciti dalla mente di un ortopedico. Ne siamo quasi convinti quando sulla passerella escono modelle addirittura con il viso imbrigliato da mascherine che stringono mento e mandibola: concesse sì, ma solo per conquistare qualche copertina patinata. Il tema military permane anche nell'uso delle borchie metalliche, che rinnovano il trench cammello doppio petto ma senza bottoni. Decorano anche le proposte come la giacca rigida e infiancata a maniche corte, portata con minigonna e pantacalze, come pure il gilet con zip abbinato ai pantaloni equestri. Al cachi si concedono poche ma significative alternative come il rosso, in varie sfumature, e il nero, mai ovvio ma invecchiato e impolverato. Solo alla fine del défilé si scopre che a sporcarlo è stato il gesso e che il gessato è davvero "gessato", nel senso che a rigarlo sono stati dei gessetti bianchi, da indossare anche come pacifiche cartucce per colpire, certo, ma solo il senso estetico di chi guarda.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).