Sfila Christian Dior: La dame à cheval

08 marzo 2010 
<p>Sfila Christian Dior: La dame à cheval</p>
PHOTO MONICA FEUDI -

GUARDA TUTTE LE SFILATE AI 10/11 >

Oggi in passerella Christian Dior, ecco qua le foto >

Madame va a cavallo. Segue le regole di quello che nel Settecento era un passatempo per donne ricche e belle, sensuali e spegiudicate alla ricerca di terre di conquista al di fuori dall'ordinaria e monotona vita di corte. Un cappotto-mantella di pelle e un abito sottoveste a balze e pizzi; un paio di pantaloni da amazzone e una camicia vedo-non vedo da cortigiana; un maxipull di lana da caccia grossa e uno scaldaspalle di pelliccia aristo-snob; un baby-doll da maîtresse e un etereo abito di chiffon per il gran ballo. Di necessità, fa virtù: per praticare l'arte della seduzione più spinta non esita a mescolare l'austera divisa da galoppo con le fruscianti vesti da camera, come se fosse fuggita di nascosto dal palazzo nobiliare per assecondare ogni suo desiderio in un boudoir notturno. Stivali inguinali e tronchetti open toe in pizzo trasparente e ricamato, calze autoreggenti e culotte della nonna sono gli accessori che rendono ogni mise ancora più audace, persino il cappotto finestrato o la gonna a sigaretta con le quali la grande dama scende dalla carrozza per andare a fare shopping in città. Dalle atmosfere evanescenti del guardaroba da boudoir, esce vincente la pelle, un vero capolavoro: laserata come un pizzo, sovrapposta a piccole balze, strizzata in tante pince, mantiene intatta la mano morbida e carezzevole. Più che mai seducente.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).