Due nuovi stilisti per Bally

24 marzo 2010 
<p>Due nuovi stilisti per Bally</p>
PHOTO COURTESY OF BALLY

Alle sfilate londinesi tenutesi poche settimane fa era una delle notizie che più ha fatto parlare i giornalisti: dopo dieci stagioni di lavoro per il brand storico inglese Aquascutum, Michael Herz e Graeme Fidler, che si occupavano rispettivamente della collezione femminile e di quella maschile, lasciavano il marchio. È di questi giorni la comunicazione che i due stilisti sono diventati i nuovi creative director di Bally, nome importante del lusso internazionale, nato in Svizzera nel 1851 e di proprietà ora del gruppo LABELUX, dove vanno a rimpiazzare Brian Atwood, che lascia il brand per focalizzare il proprio lavoro sulla linea a suo nome. «Ho davvero apprezzato il periodo trascorso come direttore creativo di Bally e ora è tempo di andare avanti con le nuove entusiasmanti sfide che ci aspettano entrambi», ha dichiarato il designer americano. Ed ecco arrivare Herz e Fidler che, dopo aver rispettivamente lavorato per Ralph Lauren e per Guy Laroche, ai tempi in cui la linea era disegnata da Alber Elbaz, e dopo aver riportato Aquascutum nelle wish list di ogni fashionista che si rispetti, il marchio con la loro guida ha conquistato un nuovo pubblico, entrando in negozi come 10 Corso Como, Bergdorf Goodman, Browns e Harrods, si preparano a questo nuovo impegno. «La nostra strategia è decisa: trasformare ulteriormente Bally nel solo e unico brand di lusso di tradizione svizzera. Il contributo di Graeme e Michael sarà basilare in questa missione», racconta Berndt Hauptkorn, CEO di Bally. «Bally è un marchio con un potenziale enorme», dichiarano i due stilisti, «esploreremo quello che è il cuore del marchio, non solo i suoi archivi, ma anche il suo fascino, la sua mentalità e intelligenza». Attendiamo i frutti dell'unione di questa nuova e interessante linfa creativa, con la qualità e l'artigianalità che hanno sempre contraddistinto la linea.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).