Parigi e la moda: una storia ideale

31 marzo 2010 
PHOTO COURTESY LES ARTS DÉCORATIFS
In arte, si sa, non è possibile prescindere dal passato per avanzare verso il futuro. Questo vale ancor di più per la moda, caratterizzata da corsi e ricorsi, dal nuovo e dall'inedito che spesso nascono da una rivisitazione del già fatto. Histoire idéale de la mode contemporaine è la mostra che inaugura il primo aprile al Musée des Arts Decoratifs di Parigi con il volume 1 dedicato alle decadi più creative e dirompenti della storia della moda e del costume: gli anni '70 e '80.
L'esposizione è costruita come le pagine sparse di un libro: 150 capi emblematici e 40 video ripercorrono la storia della moda contemporanea dalla nascita del pret-à-porter negli anni Settanta agli sfrenati ed edonisti anni Ottanta. Ad aprire e chiudere la mostra due show fondamentali ed emblematici: la collezione del 1971 firmata Yves Saint Laurent, e il defilé "Les Rao-Pieuses" di Jean Paul Gaultier del 1990.
La storia ideale della moda contemporanea rivela l'opera di maestri couturiers, mostrando le creazioni dei più grandi nomi della moda francese, ma anche l'opera di stilisti meno acclamati, che non di meno hanno influenzato la moda e la sua evoluzione stilistica nell'ultimo quarantennio.
Per il secondo volume, quello dedicato agli anni 90 e 2000, si dovrà attendere novembre.

In arte, si sa, non è possibile prescindere dal passato per poter procedere verso il futuro. Questo vale ancor di più per la moda, caratterizzata da corsi e ricorsi, dal nuovo e dall'inedito che spesso nascono da una rivisitazione degli archivi storici delle maison. Histoire idéale de la mode contemporaine è la mostra che inaugura domani - per proseguire fino al 10 ottobre - al Musée des Arts Decoratifs di Parigi, con un primo volume dedicato agli anni più creativi e dirompenti della storia della moda e del costume, i '70 e '80, fonte inesauribile di ispirazione per gli stilisti di oggi.

150 capi emblematici e 40 video ripercorrono la storia della moda contemporanea (attenzione però: soltanto francese) dalla nascita del pret-à-porter negli anni Settanta agli sfrenati ed edonisti anni Ottanta. Ad aprire e chiudere la mostra due show fondamentali ed emblematici: la collezione del 1971 firmata Yves Saint Laurent, e il defilé "Les Rap-Pieuses" di Jean Paul Gaultier del 1990.

Che cosa è avvenuto dopo? Per conoscere la seconda parte della storia, quella dedicata agli anni '90 e 2000, si dovrà attendere il volume 2 della mostra, in programma dal 25 novembre 2010  all'8 maggio 2011. Sempre a Parigi, e dove se no?

 

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
3703648 80 mesi fa

paris j'arivè!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).