Antonio Berardi

29 aprile 2010 
<p>Antonio Berardi</p>

Sono personaggi pubblici abituati alle luci dei riflettori, ma anche persone con pensieri, sentimenti e passioni come tutti. Per conoscerli anche sotto questo aspetto, ogni settimana Style.it incontra uno di loro, che ha accettato di rispondere alle nostre domande. Oggi è la volta di Antonio Berardi.

Mai senza? Vétiver Extraordinaire, profumo delle Editions de Parfums Frédéric Malle.
Mai con? Sneaker colorate.

Un sogno? Ammirare l'aurora boreale.
Un bisogno? Sentirmi amato.

La cosa più bella da fare da solo? Leggere, contemplare, cucinare.
La cosa più bella da fare in due? Cenare, e fare l'amore.

Di tendenza? Where Did the Night Fall, il nuovo album di Unkle.
Controtendenza? Scarpe da donna troppo arzigogolate.

Meraviglia di fronte a... Il mio cane Bruno, quando dorme.
Orrore di fronte a... Gli sport violenti, la pedofilia e gli anziani costretti a mendicare.

Una virtù che si riconosce? La speranza.
Un vizio che non riesce a (o non vuole) eliminare? Il fumo.

Pane e... Fantasia. Per farci, naturalmente, un buon sandwich!
Acqua, vino o... Vodka.

L'ultimo pensiero della sera? Non ho dimenticato nessuno nelle mie preghiere?
Il primo pensiero del mattino? Prima la doccia o prima il caffè?


Un film da vedere e rivedere?
Paper Moon, Viale del Tramonto e Improvvisamente l'estate scorsa.
Un libro da leggere e rileggere?
Le confessioni di Max Tivoli, di Andrew Sean Greer, The Vintner's Luck, di Elizabeth Knox e Il discepolo, di Elizabeth Kostova.

Lunedì mattina? Il purgatorio!
Sabato sera? Il paradiso!

Una sera a cena con... Cathy Horyn, Manolo Blahnik, Azzedine Alaia, Tallulah Bankhead e Dinos Chapman.
Una vita su un'isola deserta con... Alfredo, per cambiare le lampadine, e Bruno, per farmi sorridere.

Camicia bianca: da abbinare a... Jeans o shorts e una giacca sartoriale. Oppure senza nient'altro, se sei una donna e se la camicia è quella del tuo amante.
Tubino nero: da abbinare a... Ciabatte di pelle da uomo hand-made di vecchio stile, meravigliosi orecchini con diamanti del XVIII secolo e una goccia di profumo dietro le ginocchia. Ma, soprattutto, una bella mazzetta di banconote ben ripiegate, da nascondere nel seno. Per le emergenze!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
cvanti 79 mesi fa

Le confessioni di Max Tivoli, di Andrew Sean Greer è un ottimo consiglio! ;-)

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).