Matteo Marzotto per Philip Watch AI 10/11

14 luglio 2010 
PHOTO GIOVANNI GASTEL -

È un progetto importante quello che Philip Watch, la più antica marca di orologi Swiss Made presente in Italia, appartenente al gruppo Morellato & Sector, ha deciso di sostenere con il lancio della campagna stampa per l'Autunno-Inverno 2010/11. Il progetto nasce dalla nuova charity partnership con la Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica Onlus (Ffc), che dal 1996 opera nella lotta contro questa grave malattia genetica che solo in Italia conta ogni anno 200 nuovi casi. Volto della nuova campagna, realizzata dal celebre fotografo Giovanni Gastel, è Matteo Marzotto. Cofondatore e Vicepresidente della Fondazione, siede anche nel Consiglio di Amministrazione del gruppo Morellato & Sector. L'azienda ha scelto di appoggiare questa importante azione solidale, devolvendo l'intero compenso destinato al testimonial, 150mila euro, a beneficio di due nuovi ambiziosi progetti scientifici varati dalla Ffc per il biennio 2010/2012. Philip Watch festeggia così il decimo anniversario della storica linea "Sunray", lanciando cinque nuovi modelli eleganti e raffinati, che ben rappresentano l'essenza del marchio. Matteo Marzotto ha scelto di essere fotografato con al polso la nuova creazione, una limited edition di 350 pezzi: movimento automatico con riserva di carica, cinturino in alligatore e corona di carica con logo inciso. «Siamo molto grati a Philip Watch per averci offerto la possibilità di raccogliere nuovi significativi fondi per la ricerca» - ha dichiarato, spiegando che «al momento non esiste una cura definitiva, ma grazie ai progressi degli studi clinici la speranza di vita sta continuando a crescere. C'è bisogno dell'aiuto di tutti».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).