Boutique e museo sempre più uniti

17 ottobre 2010 
<p>Boutique e museo sempre più uniti</p>

Boutique e museo, due realtà sempre più vicine, con la prima che trae ispirazione dalla seconda, in un gioco di rimandi secondo forme differenti.Pensiamo alle collaborazioni tra negozi e artisti di vario genere, agli interni realizzati da nomi d'eccellenza, alle gallerie ospitate tra i luoghi di consumo. E' quello che sta accadendo da Selfridges, punto di riferimento per lo shopping londinese, in cui a breve aprirà una Shoe Gallery.

Un ampio spazio che avrà per protagoniste le scarpe: tutti i nomi più noti del fashion design con le loro celebri creazioni.
In questi giorni le vetrine di Selfridges anticipano l'evento con gli allestimenti curati da Lernert & Sander, duo di artisti tedeschi che per l'occasione ha ricreato modelli di Armadillo Shoes in versione speciale. Dall'iconica scarpa di McQueen sono nati aspirapolveri, radio, ferri da stiro, che ora giacciono sotto gli occhi increduli dei passanti.

Più che un feticcio per noi donne, sotto questa luce, la scarpa prende la forma di un'opera d'arte. Ciò che è sicuro è che fino all' inizio di Novembre, momento in cui aprirà la galleria, queste bellissime creazioni saranno viste da più di 100.000 persone.
Il museo scende in strada, grazie alle vetrine di Selfridges.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).