Marion Cotillard (e Londra) per Lady Dior Grey

28 ottobre 2010 
<p>Marion Cotillard (e Londra) per Lady Dior Grey</p>
PHOTO MERT ALAS E MARCUS PIGGOTT -

Ultima fermata: Londra. La spy story in quattro episodi, che la Maison Dior ha creato per promuovere la sua icon bag Lady Dior (quella dalla preziosa lavorazione ispirata al motivo architettonico della Tour Eiffel), è giunta al capitolo finale, il numero quattro.

La campagna pubblicitaria, sviluppata in scatti e in cortometraggi d'autore pieni di suspence, che celebra una donna (l'attrice Marion Cotillard, perfetta interpreta della musa ideale di Dior: misteriosa, affascinante e bellissima) e quattro città, approda così alla sua ultima meta.

La prima metropoli, Parigi, è stata lo sfondo ideale per la Lady Dior Black, fotografata da Peter Lindbergh. Poi è stata la volta di New York City, per raccontare la Lady Dior Rouge attraverso gli scatti di Annie Leibovitz. A Shanghai si è svolto il terzo capitolo dedicato alla Lady Dior Blue, immortalata da Steven Klein.

Oggi, in occasione del lancio della nuova Dior Cruise Collection 2011, il set si sposta a Londra, ultima fermata della campagna cinematografica-saga più intrigante in circolazione.  Nel primo scatto in anteprima, Marion Cotillard - fotografata questa volta dal celebre duo Mert Alas e Marcus Piggott -  stringe a sé (chi non lo farebbe?…) la Lady Dior Grey nel colore più emblematico della Maison, appunto il grigio perla. Dall'alto della London Eye, la celebre ruota panoramica della capitale, il premio Oscar e la it-bag hanno ai loro piedi, immersa nelle luci dell'alba, Londra intera. Chissà cosa succederà nel film legato a questo ultimo capitolo…

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
BiancaLatte 75 mesi fa

Semplicemente meravigliosa!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).