Il lato più glamour del teatro

04 novembre 2010 

A partire dagli anni Ottanta, i grandi nomi della moda italiana si accostano a quelli di registi, scenografi e grandi interpreti internazionali del teatro e dell'opera. Ogni volta che un creatore di moda si avvicina al teatro v'imprime il proprio marchio di unicità, tanto che si parla della Lucia di Lammermoor di Missoni, del Capriccio e della Salomè di Versace, del Così fan Tutte di Armani.

Oggi una mostra, intitolata Il Teatro alla Moda. Costume di scena. Grandi Stilisti, riunisce per la prima volta le creazioni dei più importanti stilisti italiani per il teatro, l'opera e la danza, allestendole negli spazi del Museo della Fondazione Roma in via del Corso, dal 5 novembre al 5 dicembre.

Oltre alle creazioni di Gianni Versace, Missoni e Giorgio Armani, in mostra anche abiti e costumi realizzati per rappresentazioni teatrali od operistiche da Roberto Capucci, Emanuel Ungaro, Fendi, Antonio Marras, Romeo Gigli, Alberta Ferretti, Valentino ed Enrico Coveri.  Attraverso un'accurata selezione delle loro creazioni, provenienti da prestigiose collezioni teatrali, dagli archivi delle Maison coinvolte e dalle collezioni private di attori e cantanti, si ripercorre uno dei momenti più glamour del teatro internazionale moderno.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).