Jean Paul Gaultier: un orsetto come modello

15 dicembre 2010 
<p>Jean Paul Gaultier: un orsetto come modello</p>

Il reggiseno a cono di Jean Paul Gaultier, è uno di quegli oggetti che hanno fatto la storia della moda.
Indossato da Madonna poi, è diventato un'icona al punto da fruttare ben $21.150 in un'asta da Christie's.
Un grande successo che è giunto fino ai giorni d'oggi, in cui il "Cone Bra" è stato ripreso da personaggi come Katy Perry e Lady Gaga, ma anche dallo stesso Gaultier, che in occasione della sfilata Primavera/Estate 2010 l'ha rivisitato nella forma e inserito in abiti ricamati.

Insomma, un capo davvero importante partorito dal genio di uno stilista ancora giovane e con una grande voglia di sperimentare. Chissà se Jean Paul Gaultier avrebbe mai immaginato un tale successo?
Queste considerazioni emergono naturali dopo che si è saputo come è nato questo reggiseno. Non addosso a una modella o a un manichino sui quali studiare forme e misure. Ma bensì su un orsacchiotto di pezza: il "Teddy Bear" per dirlo con termini internazionali.
Jean Paul Gaultier, giocava con il pupazzo nella sua cameretta, immaginando storie di cui l'orsetto era protagonista e inscenandole in modo molto veritiero (al punto da aprirlo e sezionarlo per fingere un'operazione chirurgica). Con la stessa cura e fantasia, il pupazzo veniva vestito con le prime creazioni dello stilista, tra cui il reggiseno a cono.
E' stato così che il teddy bear è diventato mannequin. In barba a chi ha sempre lamentato l'eccessiva magrezza delle modelle.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).