Pitti: 30 regine per Alberta Ferretti

12 gennaio 2011 
PHOTO GETTY IMAGES

Santo Stefano al Ponte, un piccolo gioiello di certo non tra i più noti di Firenze, a due passi da Ponte Vecchio. Fuori una pioggia leggera, più rasserenante che fastidiosa. All'interno, il pubblico delle grandi occasioni. Perché davvero di una grande occasione si tratta.
Alberta Ferretti taglia idealmente i nastri di partenza di Pitti Uomo edizione numero 79 regalando alla città una sfilata anomala, che sarà difficile dimenticare. Nella cornice della bellezza sacra e maestosa della chiesa, quella profana - ma così eterea, delicata e pura - delle 30 "donne reali", come le chiama la stilista, che si preparano, nel backstage, ad affrontare la passerella indossando i 30 pezzi unici creati ad hoc per l'occasione.

«Volevo un gruppo di donne il più possibile diverse l'una dall'altra, per fare capire che ogni donna, a suo modo, può essere bellissima», racconta la stilista.
In effetti, al trucco e parrucco ci sono volti noti a tutti e visi sconosciuti ai più, ragazze poco più che adolescenti e donne mature, modelle e ricercatrici, bionde e more, attrici e sportive, magrissime e formose. Donne, insomma: una diversa dall'altra, come quelle che camminano per le strade, che fanno shopping, che scelgono un abito per piacersi. Perché anche la vanità è un piacere che vale la pena appagare.
«Quando creo, penso alle donne di oggi: vere, attive, in movimento, lavoratrici. Ma anche capaci di regalarsi momenti di autentica magia. Come questa sera», spiega ancora la Ferretti, che della moda reale e portabile ha fatto da sempre la sua bandiera. Lei, che le donne le conosce davvero, racconta così l'evoluzione del genere femminile da quando ha iniziato la sua carriera ad oggi: «Le donne oggi sono molto più preparate: sanno scegliere, si sanno valorizzare imponendo il loro gusto personale, senza uniformarsi tra di loro e senza adeguarsi passivamente alle mode. Non si fanno influenzare, non si lasciano massificare. Mai come in questo momento le donne sentono il bisogno di essere uniche, diverse, speciali... Esclusive, in un certo senso. Eleganti, in una parola».

Nel brulichio del pre-sfilata, tra le tante donne "chiamate a raccolta" dalla Ferretti si incontrano habitué delle catwalk e debuttanti assolute, come la blogger Chiara Ferragni, che tradisce teneramente la sua emozione: «Sono agitatissima e felicissima allo stesso tempo! Sono onorata di essere stata scelta per questa "squadra" di donne eccezionali. Spero di essere all'altezza... Gli scalini in penomobra sono ciò che temo di più». E' onesta, Chiara, quando spiega che cosa l'abbia portata ad essere scelta persino da una "numero uno" come Alberta Ferretti: «Tutto l'impegno di questo mondo che metto in quello che faccio da un anno a questa parte, ma anche una buona dose di fortuna».

Debuttante ed emozionata anche l'attrice Sarah Felberbaum: «la passerella terrorizza! Ho paura di cadere, di fare una figuraccia, di avere una faccia troppo seria. Alberta però è una donna che ama le donne, e questo suo amore si percepisce indossando i suoi abiti. E' questo che mi darà la forza! Per fortuna condivide con me quest'avventura un'amica come Nicole Grimaudo. Solcando la passerella ci prenderemo idealmente per mano!».

...CONTINUA

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Valeria 71 mesi fa

Onestamente non ho mai sentito parlare di Alberta Ferretti, se ricava successo dai suoi capi fatti con pelliccia di animale è una donna di poco valore... per non dire un altra cosa! Scusate ma sono un 'animalista,e vedere queste cose,mi fanno rabbia e disprezzo.

Alberta Ferretti non si permetta di dedicare i suoi pezzi unici confezionati con VERA PELLICCIA ricavata dal massacro di milioni di animali a tutte le donne!! Le donne evolute e sensibili che si documentano NON INDOSSANO LA MORTE. Sperano di essere rappresentate da una moda etica come a OSLO dove PAUL VERBOTTEN ha vietato la vera pelliccia sulle passerelle della fashion week di OSLO. Si informi signora Ferretti il desiderio di civilta' cresce e... stilisti italiani e sistema moda non potrete occultare la realta' ancora per molto. Marzia Scabello

allie 71 mesi fa

Alberta Ferretti ha una marcia in piu'

El1s 71 mesi fa

L'ho vista in diretta ed è stata magica!

paola 71 mesi fa

Sublime!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).