Oslo Fashion Week: bandite le pellicce

17 gennaio 2011 
<p>Oslo Fashion Week: bandite le pellicce</p>
PHOTO KIKA PRESS

La Norvegia si aggiudica un primato che farà felici gli animalisti: è la prima nazione al mondo a bandire le pellicce dalle passerelle. Niente più real fur negli show della Oslo Fashion Week, che per questa stagione avrà luogo dal 14 al 20 febbraio.
Ci avrebbe stupito meno che a prendere una decisione simile fosse un paese dal clima più mite, e invece è lo stato più settentrionale d'Europa a dimostrarsi il più progressista quanto a etica animalista. E se le norvegesi riescono a fronteggiare il più rigido degli inverni senza avvolgersi in pregiati manti di pelo, è evidente che nemmeno il freddo polare e la neve siano più scuse valide a giustificare la vanità. Cosa ne pensano gli stilisti norvegesi? Se inevitabilmente la proibizione sarà vissuta da molti come un limite imposto alla creatività, sono oltre 200 gli addetti ai lavori che supportano apertamente la causa animalista, inclusi alcuni designer come Leila Hafzi, Thomas Ryen di Undorn, e John Erling Vinnem di JohnnyLove.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
gianpaolo 64 mesi fa

x daniela:il lavoro in Italia ce ne è abbastanza, il vero problema E' ADATTARSI ALLE VARIE TIPOLOGIE DI LAVORO CHE ORA VENGONO OFFERTE!molti non hanno un lavoror perchè si rifiutano di farlo perchè non consone al diploma/laurea ottenuti!guarda le statistiche su internet in materia!i lavori più usiuranti sono per l'87%degli extracomunitari!!!e riguardo agli uomini della preistoria...Daniela...appunto...era PREISTORIA!!!!!!!!!ora siamo nel 2011!!!!vuoi forse dire che non c'è alternativa per coprirsi??????ahahahahhahahahahha che ridere...forse TU SEI RIMASTA ANCORA NELLA PREISTORIA...

marco 67 mesi fa

Questo è un discorso dove c'è sempre parecchia ipocrisia e poca coerenza, staremo a vedere se come sempre è un argomento per far notizia o una convinzione "di una parte della popolazione". Vi ricordo che fino a qualche anno fa anche sulle nostre passerelle le pellicce venivano bandite da alcune modelle, attrici e da molti stilisti che si spacciavano in difesa degli animali es.DG, ma che invece oggi sono tornati a riproporre nelle sfilati colli, acessori e confezioni di pelliccia. Quindi vediamo di essere meno ipocriti.

Carmela 71 mesi fa

questo sì che è un gesto di civilità

Erika 71 mesi fa

Daniela, è un commento ironico il tuo... vero? Non esiste il problema della perdita di lavoro, esiste piuttosto la riconversione delle attività produttive.

daniela 71 mesi fa

e non pensate a tutte quelle persone che perderanno il lavoro? (pelliciai - artigiani) pensate... gli uomini della preistoria con cosa si coprivano???

erika 71 mesi fa

Una bellissima notizia per iniziare la settimana con il sorriso :)

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).