Berlin Fashion Week: si entra nel vivo

20 gennaio 2011 
<p>Berlin Fashion Week: si entra nel vivo</p>

Per gli addetti ai lavori la giornata di ieri, mercoledì, segna l'inizio di una vera e propria maratona della moda, con eventi e sfilate che si susseguono ad un ritmo serrato.
La famosa coppia di designer belga A.F. Vandevorst, ha inaugurato alle 10 del mattino le passerelle della Bebel Platz, che ospita per l'ultima volta la grande tenda della Mercedes-Benz Fashion Week. Si è infatti posta la questione  della "incompatibilità ambientale" di quest'ultima con il monumento in ricordo del rogo dei libri proibiti compiuto dai nazisti. Quale sarà la sua prossima collocazione ancora non è stabilito.

Nel frattempo all' ex aeroporto di Tempelhof ci si aggiorna sulle novità della prossima stagione Autunno/inverno 2011. La grande fiera dello streetwear di marca, quest'anno è Absolute, cioè sempre più autorevole e autoreferenziale.
Gli allestimenti sono letteralmente eye-catching - come gli occhioni giganti dello stand di Miss Sixty che ammiccano al visitatore, sbattendo le lunghe ciglia.

Onnipresenti, le tecnologie multimediali: da Tommy Hilfiger, che quest'anno espone in un container decorato da vari graffitisti, le nuove collezioni si possono vedere ormai quasi esclusivamente sugli iPad. Nell'hangar, trasformato per l'occasione in un "Winter Village" lampeggia il rosso nelle sue gradazioni rubino, bordeaux e lampone, accompagnato dal grigio, dal blu elettrico e dal verde bosco. Il nero ed il cipria fanno coppia fissa. Il leopard print, in una inedita versione pelouche, è un altro motivo che attraversa nemerose collezioni, dall'accessorio, fino al total-look.

Fra le nuove presenze (che sono quasi sempre vecchie conoscenze) abbiamo avvistato: la gonna gipsy, lunga e fluente (Fornarina, Nolita, Pepe Jeans, Replay ecc.), pantaloni stretti sulla caviglia o leggermente svasati, il cavallo basso, jeans a banana, arrotolati per mettere in mostra calzettoni o leggings. I mix e gli accostamenti tra diversi materiali e pesantezze sono più audaci che mai. Lana e pelle, chiffon e pelliccia, lurex e denim: tutto é permesso.

Nello show di G-star, la modella Agyness Deyn si é fatta portavoce del nuovo messaggio del brand olandese, che invita alla lentezza e al raccoglimento. Il denim è interpretato in versione bon ton anni '50, con lavorazioni matelassé o aggiunta di pettycoat. La top si è poi esibita come dj nella festa a seguire (foto in centro)

Numerossisimi anche gli eventi off-site. Nell'edificio costruito da Chipperfield, adibito a sede del Collegium Hungaricum, abbiamo assistito al fashion show del duo s c h m i d t t a k a h a s h i impegnato in un progetto missionario di raccolta, catalogazione, archiviazione, rianimazione e rimessa in ciclo di indumenti smessi, per salvarli dalla distruzione e dall'oblio. In questo caso l'imprescindibile patchwork di tessuti e materiali diversi è anche la cifra stilistica del marchio.
Nella Soho Haus, che ha esportato anche a Berlino il concetto del British Club, ha sfilato il marchio berlinese c'est tout, pensato per una donna cosmopolita e sempre in movimento: gonne e abiti cortissimi in lurex color bronzo,  pantaloni attillati in velluto, giacche in montone, orli e bordature in piume d'uccello (foto a sinistra).

Ancora più elettrizzante, l'atmosfera della ex centrale di energia elettrica Kraftwerk, che ha ospitato la sfilata di Guess (foto a destra). Il grande marchio americano è ritornato alle sue origini con una collezione, piuttosto convenzionale, che inneggia alla sensualità delle grandi dive del cinema e icone della della moda. Non ci crederete, ma in mezzo a tutti quei jeans attillati, scollature generose, abitini sexy, pellicce e cappelli fedora, sono riapparsi i pantaloni a zampa di elefante.
Alle 22,00 i designer rumeni, Angela Vassillu e Andreas Musat hanno concluso il programma giornaliero delle sfilate, sorprendendo per la qualità e la creatività delle loro creazioni.

Finalmente un po' di meritato riposo al Borchard, il ristorante più frequentato dalle celebrità.Tra i 350 invitati della Mercedes-Benz Vogue Fashion Night c'erano pure Craig Mc Dean e Karolina Kurkova, il fotografo e la modella protagonisti della campagna della Mercedes-Benz Fashion Week. Très chic!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).