Dalla Cina con bellezza

21 febbraio 2011 
PHOTO GETTY IMAGES

Vengono dall'Oriente e conquistano i catwalk Autunno/Inverno 2011-12: le modelle asiatiche sono sempre più richieste, e fra loro si nasconde (forse) la prossima top.

La nuova Naomi? C'è da scommettere che avrà gli occhi a mandorla. Preannunciata dal ruolo sempre più strategico rivestito dall'Asia nelle politiche dei brand del lusso, avanza la carica delle mannequin che vengono dal Far East (GUARDA LA PHOTOGALLERY>>). Si chiamano Liu, Fei Fei, Tao, e con i loro tratti esotici e le silhouette flessuose hanno sedotto designer e fashion editor. Steven Meisel le ha volute, tutte insieme, su Vogue America di dicembre; in questi giorni gli stilisti ne vogliono almeno una in passerella.

La cinese Liu Wen è l'antesignana di questa nutrita schiera. È stata lei il primo Angelo di Victoria's Secret con gli occhi a mandorla, e oggi è suo il primo volto orientale scelto da Estée Lauder: scontato dire che in patria è una celebrità. Un metro e settantanove per cinquanta chili (gulp!) ha cominciato nel 2005 partecipando ad un concorso di bellezza nella provincia di Hunan. Oggi sfila sulle passerelle dei designer più quotati - ultimi avvistamenti da Jonathan Saunders, Alexander Wang, Ralph Lauren - ed è protagonista di campagne come quelle di CKone, Barneys New York, Gap, Benetton.

Sempre dall'ex Celeste Impero arriva Du Juan, originaria di Shangai: vincitrice del titolo Miss China nel 2003, ha debuttato tre anni dopo come modella, firmando un contratto con l'agenzia IMG. Da allora, ha riscosso un successo sempre maggiore: è una presenza fissa tra le pagine di Vogue, ed è comparsa in molti advertising tra cui quelli di Giorgio Armani, Anna Sui, Uniqlo.

È invece di Pechino Fei Fei Sun,
considerata un vero e proprio astro nascente: classe 1989, ha appena conquistato la campagna P/E 2011 di DSquared2. Alle sue spalle, una carriera breve ma intensa: scelta nel 2009 da Karl Lagerfel in persona per lo Chanel Paris Shanghai Show, si è ritrovata in men che non si dica a sfilare per Vivienne Westwood, Hermès, Jil Sander e altri grandi nomi del panorama internazionale.

Ma non c'è solo la Cina a Oriente: So Young Kang arriva dalla Corea del Sud, e a meno di un anno dal suo debutto ha già calcato le passerelle di Chanel e di Givenchy, ed è apparsa in servizi di moda su Elle, Vogue e Numéro. E dal Giappone viene Tao Okamoto, scelta in passato da W, Vogue, Dazed&Confused e sul catwalk, in questi giorni per Jaeger London, Philip Lim, Diane Von Furstenberg.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
illari 70 mesi fa

dopo aver saputo che alcuni stilisti scelgono le modelle facendole spogliare davanti a loro....mi indigno e stupisco che ce ne siano ancora!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).