Parola d'ordine: scarpe!

25 febbraio 2011 
<p>Parola d'ordine: scarpe!</p>

Continua l'avventura di Manu nel mondo che circonda la moda in questa settimana di fine febbraio: presentazioni, eventi, aperture di palazzi storici.
Seguimola in un viaggio che comincia con occhiali e lane, tessuti preziosi, nuove collezini sartoriali, ma che passa anche fra scarpe, sandali gioiello e tacchi vertiginosi.


Loro Piana
- Nelle lenti degli occhiali presentati da Loro Piana ci sono le "terre rare", elementi chimici che, fusi assieme al vetro hanno la capacità di fliltrare i colori in modo selettivo per una visione migliore.
Queste insieme ad altri importatnti accorgimenti come il fatto che siano completamente schermanti per i raggi UV, polarizzate e antiriflesso, le rendono uniche e preziose.
Un occhiale perfetto per la salute dei nostri occhi che diventa raffinato e ricercato come un gioiello.

Alessandra Zanaria
- Lana grossa, ricami all'uncinetto e punto croce a contrasto su feltri colorati sono i particolari che caratterizzano la collezione Autunno Inverno 2011/12 presentata da Alessandra Zanaria.
Cappellini ricamati e cerchietti decorati da motivi di lana diventano delle coroncine per vere e proprie principesse... oppure per una sposa...

Baldinini
- Le donne per Baldinini sono femmine rock che non hanno paura di osare e che ripensano agli anni '70.
Tacchi altissimi a contrasto con scarpe e stivali flat, punte che ritornano e plateau vibili e decorati oppure nascosti. I colori sono brillanti, come gli zaffiri, gli smeraldi, e le pietre preziose, la linea sera in satin è davvero un gioiello... da indossare con cautela, perchè può causare dipendenza...
Ma lo sapete che tutte le scarpe esposte sono il 37, sempre e solo il 37, e non è il mio numero!

L'Autre Chose
- Ecco, quando penso all'atelier della sarta, ho in mente lo stesso ambiente che è stato ricreato per la presentazione di L'Autre Chose. La collezione è sartoriale e, oltre ad abiti, è arricchita di scarpe e borse unite dal fil rouge del vintage, della riscoperta di quello che furono i grandi classici, tra cui la cura nei particolari e le lavorazioni artigianali. La novità presentata è stato anche il neonato brand "A Trois", il numero perfetto che fa della ricerca dei particolari il suo punto di forza.

Le Silla
- Questo è il tipo di scarpa che fa onore alla donna! La collezione Le Silla mi ha fatto pensare a Marlene Dietrich, in tailleur pantalone e tacchi vertiginosi che, nonostante l'altezza danno un senso di comodità.
In un angolo dello show room dominava una parte della colelzione in limited edition fatta di scarpe e sandali gioiello impreziositi da cristalli e pelliccia. Un vero scrigno luccicante di tesori.

Vic Matiè
- Finalmente ho avuto l'occasione di passare da Vic Matiè! Nel mese di Febbraio scorso infatti c'è stata l'apertura della prima boutique milanese e da allora non ero ancora passata a dare uno sguardo. Le linee essenziali accongono i morbidi pellami delle calzature e delle borse di Vic Matiè, ordinatamente riposti in cubi alle pareti che ad uno sguardo più attento, si coglie subito come questi cubi siano parte di un cubo più grande che è la boutique vera e propria.

Giuseppe Zanotti
- La collezione del designer si sposa bene con l'arte e infatti il lussuoso palazzo in cui era presentata sembrava (o meglio, era) scelto apposta.
Tacchi... sottili, alti, metallici, colorati... insomma di tutti i tipi. Sandali gioiello e scarpe versatili, dalle molte anime, che incontarno i gusti più disparati.
Per me, oltre a lustrarmi gli occhi è stato un vero momento di relax, passato sul balcone liberty che affacciava su Via Montenapoleone.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).