Knitwear da museo

16 marzo 2011 

Fare a maglia è ormai da tempo considerato cool. Consacrato dalle star di Hollywood a passatempo trendy, la knitting mania dilaga non solo negli States ma anche in Europa dove nascono knit-cafè e si organizzano mostre sulla tradizione dei filati e della maglieria. Se questa moda calda e versatile vi piace, ma anche voi siete delle negate del fai-da-te, affidatevi a tricottatori esperti, come quelli che a partire da oggi 16 marzo - fino al 14 agosto - saranno in mostra al MoMu di Anversa.

Unravel: Knitwear in Fashion ripercorre l'evoluzione di un'industria creativa che gioca un ruolo importante nella storia della moda e della società.

GUARDA LA GALLERY DEDICATA ALLA MOSTRA >>

Da Elsa Schiaparelli e Coco Chanel, a grandi nomi del presente come Sonia Rykiel, Vivienne Westwood, Comme des Garçons, Maison Martin Margiela, fino ai giovani protagonisti emergenti della moda che verrà come Mark Fast e Sandra Backlund: una vasta selezione di capi e accessori in maglieria, dalla fine del XIX secolo ad oggi, sarà in mostra nelle sale del Museo della Moda di Anversa, con un'attenzione particolare alla moda più alta e alle sue peculiari interpretazioni.

Presente anche l'Italia, con i più alti esponenti dello stile italiano, da Missoni, nome tradizionalmente legato alla maglieria più sublime e impalpabile, a Laura Biagiotti, Gianfranco Ferrè, Giorgio Armani, Prada, Malo e Krizia, fino alle sperimentazioni di Saverio Palatella, che ha utilizzato la tecnologia wholegarment per creare abiti in maglia 3D senza cuciture.

Potrebbe essere questa una buona scusa per prenotare un weekend primaverile nella super fashion città belga!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).