Galliano licenzia John

15 aprile 2011 
<p>Galliano licenzia John</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Un anno da dimenticare per John Galliano, rimosso di recente da Dior e ora licenziato anche  dalla sua stessa griffe.

Uscito da pochi giorni dal rehab, John Galliano non ha trovato buone notizie ad attenderlo: perché l'etichetta da lui fondata e che porta il suo nome ha deciso su due piedi di cacciarlo. Si aggiunge quindi un nuovo capitolo all'ormai nota vicenda del video antisemita, che gli è costata la poltrona da Dior proprio alla vigilia della Fashion Week di febbraio. Adesso, a sei settimane dallo scandalo, il gruppo LVMH - di cui fa parte Dior, ma che controlla anche il 92% della John Galliano - ha annunciato improvvisamente il licenziamento dello stilista, dopo che nei giorni scorsi si erano rincorse voci su una possibile vendita del marchio.

La notizia, rimbalzata in rete, ha suscitato reazioni contrastanti infiammando le discussioni sui blog. C'è chi applaude alla tolleranza zero adottata dal gruppo di Bernard Arnault, e chi invece sostiene che ci sia un accanimento eccessivo volto a spettacolarizzare la caduta di una stella.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Caterpie 68 mesi fa

che schifo di persona

Violett81 68 mesi fa

Ho visto il video. Quello che sono riuscita a capire è bastato per disgustarmi! Il fatto che non fosse" in sè" non giustifica nulla, anche perchè l'alcol abbassa le inibizioni quindi il detto "in vino veritas" non è del tutto senza fondamento..Oltretutto da ciò che ho capito non si tratta di un singolo episodio ma di episodi ripetuti...Che schifo!

Cara Lilithcarla, dalla nostra news precedente http://www.style.it/moda/armoire/2011/03/01/dior-licenzia-galliano.aspx puoi raggiungere il sito del The Sun dove è pubblicato il video

Violett81 68 mesi fa

Ah: mai detto che gli ebrei avessero alcun primato, anzi ho specificato che ogni atto di razzismo è ingiustificabile. Semmai quello che ho detto è che il caso degli ebrei è particolarmente triste perchè inevitabilmente la memoria va all'olocausto. O vogliamo minimizzare anche l'olocausto?

Violett81 68 mesi fa

Cercando altrove, ho trovato, più o meno, la stessa definizione. Non so, se in qualche altro contesto possa avere la connotazione che dici tu. Ad ogni modo, non condivido comunque perchè non credo si debba rispondere alla violenza con altra violenza, nè coinvolgere un'intera classe sociale (visto che tu dici che non è un intero popolo ad essere coinvolto) in accuse tanto gravi, altrimenti si crea un circolo vizioso. Oltretutto, pur non sapendo le parole esatte del "nostro" Galliano, dubito sapesse collocare socialmente le persone che ha insultato, dato che pare certo non le conoscesse, quindi i suoi insulti hanno connotazione razzista...

Violett81 68 mesi fa

Le manifestazioni retoriche e fisiche dell'antisemitismo sono dirette contro singoli ebrei o non ebrei, e/o contro la loro proprietà, contro le istituzioni comunitarie e contro le strutture religiose ebraiche. Inoltre tali manifestazioni possono anche avere come bersaglio Israele, concepito come una collettività di ebrei. L'antisemitismo accusa frequentemente gli ebrei di cospirare ai danni dell'umanità, ed è spesso utilizzato per incolpare gli ebrei del perché 'le cose vanno male'. Trova espressione orale, scritta, ed impiega stereotipi sinistri e tratti caratteriali negativi."

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).