Alessandra Lanvin

28 aprile 2011 
<p>Alessandra Lanvin</p>

Sono personaggi pubblici abituati alle luci dei riflettori, ma anche persone con pensieri, sentimenti e passioni come tutti. Per conoscerli anche sotto questo aspetto, ogni settimana Style.it incontra uno di loro, che ha accettato di rispondere alle nostre domande. Oggi è la volta di Alessandra Lanvin (nata Guerrera, ha sposato il pronipote della leggendaria Jeanne), shoe designer della griffe parigina Aperlaï ( GUARDA LE CALZATURE TOP DELLA PRIMAVERA/ESTATE 2011).

Mai senza? Passione.
Mai con?
Rimpianti.

Un sogno? La tolleranza tra i popoli.
Un bisogno?
Ridere.

La cosa più bella da fare da solo? Sognare.
La cosa più bella da fare in due?
Realizzare i propri sogni.

Di tendenza? La non-tendenza: freestyle ed identità.
Controtendenza? La tendenza... il conformismo... giudicare gli altri.

Meraviglia di fronte a... Ogni forma di creazione, soprattutto mio figlio.
Orrore di fronte a... All'ignoranza.

Una virtù che ti riconosci? La determinazione.
Un vizio che non riesci (o non vuoi) eliminare? L'impulsività.

Pane e... Olio.
Acqua, vino o...
Billecart Rosé.

L'ultimo pensiero della sera? Per le persone che amo.
Il primo pensiero del mattino?
Quante cose da fare!

Un film da vedere e rivedere? Easy Rider, di Dennis Hopper.
Un libro da leggere e rileggere?
La pitié dangereuse, di Stefan Zweig.


Una sera a cena con...
Winston Churchill, Clint Eastwood e Miuccia Prada.
Una vita su un'isola deserta con... Mio marito.

Camicia bianca: da abbinare a... Aperlaï.
Tubino nero: da abbinare a... scarpe Aperlaï!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).