Biografilm 2011, la moda al cinema

06 giugno 2011 
<p>Biografilm 2011, la moda al cinema</p>
PHOTO MARIPOL -

Un'edizione che più fashion non si può, quella del Biografilm Festival di quest'anno. La rassegna cinematografica dedicata alle biografie - a Bologna dal 10 al 20 giugno - giunta alla sua settima edizione, dà ampio spazio al mondo della moda, raccontandolo attraverso film, eventi e incontri con i suoi protagonisti.

Si parte con Maripol, la fashion stylist protagonista della scena newyorchese degli anni '80 che inventò stili e trasformò l'immagine di grandi artisti, da Grace Jones a Keith Haring, da Vincent Gallo a Basquiat, fino a Madonna (NELLA FOTO ritratta in una polaroid della stessa Maripol), per la quale creò il noto look romantico-borchiato. Maripol ripercorrerà, insieme a Elio Fiorucci, quei favolosi anni attraverso immagini e racconti.

La giornata dell'11 giugno sarà interamente dedicata ad Elsa Schiaparelli, la stilista che con le sue originali creazioni rivoluzionò la moda nei primi decenni del XX secolo. La vita e la carriera della fashion designer che inventò il rosa shocking verranno ripercorse attraverso testimonianze, immagini, documenti inediti e l'autobiografia "Shocking Life" (ALET Edizioni), mentre il lato più privato della stilista sarà "svelato" dall'attrice Marisa Berenson, nipote di Elsa Schiaparelli, durante un incontro pubblico. La giornata si chiuderà con Notte Rosa Shocking, l'evento che porterà a Bologna un assaggio del celebre capodanno estivo della riviera romagnola. Una notte tinta di rosa cui si parteciperà indossando il cappello più strano del proprio guardaroba.  All'universo surrealista della Schiaparelli verrà reso omaggio inoltre con una camera allestita per l'occasione all'hotel bolognese Al Cappello Rosso, visitabile nel corso del festival.

La moda è anche impegno civile, in questa settima edizione di Biografilm, nel film Silken Sinergy di Sonyia Kirpalani. Storia vera che vede protagonista l'ex modella Bibi Russell, diventata stilista ed imprenditrice per lottare contro la povertà del suo Paese d'origine, il Bangladesh, utilizzando le risorse locali e insegnando il lavoro alle donne come strumento di emancipazione.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).