Il grand tour di DSquared2

21 giugno 2011 
<p>Il grand tour di DSquared2</p>

Oggi ho fatto un viaggio in giro per l'Europa. Prima tappa, un paesino di pescatori affacciato sul Mare Baltico. Profumo d'aringhe ad essiccare all'aria frizzante del nord. C'era un po' di vento, mi sono calato un cappello tricot in testa, coperto con un parka supercolorato ed extralight e avvolto con una sciarpa. Poi sono scappato a Mykonos, a godermi il tramonto sorseggiando un drink. I miei muscoli (quali?) guizzavano al sole, strizzati in un costume supersensuale. Ho "sciabattato" in flip flop e ho ballato a ritmo scatenato. Quindi ho fatto una capatina a Firenze, sul Belvedere che domina la cupola del Brunelleschi, dove ho potuto sfoggiare le mie giacche doppiopetto sartoriali e i miei sandali in cuoio artigianali. Per la sera mi sono precipitato a Londra, dove il mio spirito rock ha clubbeggiato in locali underground: pelle, borchie, vernice... non mi sono fatto mancare proprio niente.
Un tour del genere e non sono per niente affaticato: tutto si è svolto sulla catwalk di DSquared2, con tanto di scenografie girevoli da cartolina e con siparietto (divertente, ma cosa c'entrava?) di quattro ballerini su tacco 15. Ad applaudire Elisavbetta Canalis, in pantaloni fucsia, e il sexy-suo malgrado Stephen Dorff. Dean e Dan Caten sanno, indubbiamente, creare un guardaroba semplice e intelligente, al quale attingere mixando con libertà con quello che già si possiede. L'opposto esatto del total look, senza però rinunciare a uno stile che rimanga, sempre, riconoscibile.

Cosa che può dirsi, con ancora maggiore evidenza, per Giorgio Armani.
Il suo uomo si conosce e si riconosce. Piccoli dettagli, stagione dopo stagione, segnano un aggancio con l'attualità, ma la sostanza del suo stile rimane invariata e coerente. Per la prossima Primavera-Estate, Giorgio The King presenta un nuovo pantalone baggy, ripreso con un piccolo punto all'altezza del polpaccio, sul lato esterno della gamba. Harem pants per lui? In un certo senso. Potrebbero stare bene addosso a (quasi) tutti. Piaceranno anche i mocassini espadrilles e i tessuti lucidi dal sapore tech, che dialogano con quelli più opachi e naturali: per entrambi stampe micro o macro, che alleggeriscono e allungano la figura.

Conclusasi positivamente la settimana breve della moda maschile di Milano, il testimone passa a Parigi. Qui il prodotto, là la creatività? Qualcuno dice così. Staremo a vedere se, e quanto, sia proprio così.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lucy 66 mesi fa

maremma magari fare un tour così! però io voglio "sciabattare" con le flip-flop con il tacco :) Queenlucy

lucy 66 mesi fa

Nono sono daccordo con grace, trovo elisabetta adorabile come lo era nella serata di canale 5, questi colori gli donano molto; finalmente un po' di colore, gli daqnno luminosita' e freschezza. Naturalmente con i vestiti di cavalli e' piu' glamour, ma a volte essere piu' sbarazzina gli dona alla grande.

grace 66 mesi fa

ho visto delle foto di elisabetta canalis presente a questa sfilata, sta troppo male vestita cosi come non mi è piaciuta assolutamente alla trasmissione di signorini! molto meglio cavalli o ancora di più quando è fuori dai riflettori, ha troppo buon gusto ed eleganza innati!!!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).