New York, il gran finale con Marc Jacobs

16 settembre 2011 
<p>New York, il gran finale con Marc Jacobs</p>
PHOTO GORUNWAY.COM

Si è chiusa ieri, con la sfilata più attesa, la settimana della moda newyorchese. Marc Jacobs non ha deluso le aspettative con un mix armonico e ben calibrato di suggestioni ed elementi eterogenei. Il Lexington Avenue Armory decorato come una sala da ballo ha fatto da sfondo a un défilé di abiti a vita bassa d'ispirazione Twenties. Le flapper del XXI secolo indossano gonne al ginocchio (tendenza di stagione individuata su molte passerelle della New York Fashion Week) con stivaletti argentati, alla profusione di frange in pvc e lustrini alternano le felpe sporty-chic, e alle camicette vichy abbottonate fino al collo abbinano gonne a tubo a stampa cocco.

Ispirazione Anni '20 anche per Ralph Lauren, ma in chiave petit déjeuner sur l'herbe dai colori pastello. Ce le immaginiamo intente a sorseggiare tè, le donne chic di Ralph Lauren, e a sbocconcellare macaron in tinta con i morbidi pantaloni di seta, le camicette, e le gonne al ginocchio che portano indosso. Una collezione che dà il meglio nelle seconda parte dello show, riservata ad abiti da sera - in seta scivolata, corti con frange, abbinati a boa di struzzo e a lunghe collane di perle - che sembrano rubati dal guardaroba di Daisy Fay di The Great Gatsby.

Ieri in passerella anche Calvin Klein di Francisco Costa, con il suo minimalismo iperfemminile reso sexy da audaci trasparenze. Al via oggi la London Fashion Week. E il popolo della moda abbandona la Grande Mela per il Vecchio Continente.

GUARDA TUTTE LE COLLEZIONI PRIMAVERA/ESTATE 2012 >>

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

Thank you Milagros. We'll correct it immediately!

Milagros 63 mesi fa

The girl who opened the show is not Fei Fei. Please correct it cause the girl is called "Magda Laguinge" and is the girl you put as second one.

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).