La Bell'Italia di Dolce&Gabbana. Ma anche Marni, Missoni e Ferragamo

25 settembre 2011 
<p>La Bell'Italia di Dolce&amp;Gabbana. Ma anche Marni, Missoni e
Ferragamo</p>

E' all'insegna del nitore delle forme e della chiarezza delle idee la donna che Consuelo Castiglioni ha disegnato per la prossima Primavera. La sfilata di Marni indovina una serie di must che già possiamo definire irrinunciabili: i colori pastello in primis, i fiorati in tinte shock a seguire, le lunghezze al ginocchio (belle le sottogonne di organza) e i ricami di perline e cristalli che formano incrostazioni materiche dense e preziosissime, la rafia e i tessuti effetto rete a chiudere.
Una collezione riuscita, c'è poco da dire. Le fan del marchio possono come sempre contare su una gran quantità di accessori desiderabilissimi: dalle décolletée bicolori coi tacchi massicci agli importanti orecchini pendenti a motivi circolari, dalle pochette con decoro brogue ai sandali con tacco scultura in legno.
Una critica - piccola e indolore - dobbiamo farla: basta con le calzette alla caviglia, specialmente se color carne. Quale donna, indossandole, può credere di essere più bella? Alzate la mano, se ne avete il coraggio.

Ma che ci fa un'altera Scarlett Johansson, abito in pizzo color carne e labbra assassine rosso fuoco, in una festa patronale nella profonda Sicilia, con tanto di - volutamente pacchiano - trionfo di luci multicolor? Ah, saperlo... La star è ospite d'onore della sfilata di Dolce & Gabbana, che omaggiano esplicitamente le bellezze più tipiche della cultura e della tradizione italiana, donne comprese. Cosa che, per altro, fanno con successo da 25 e passa anni.
Sulle note di Mambo italiano, dell'inarrivabile Sophia Loren, sfilano donne - ma quali donne, bisogna dire femmine, a cominciare da Bianca Balti che apre le danze - sfacciatamente vestite di melanzane e pomodori, peperoncini e zucchine. Tubini classici e abiti arricciati in vita si ricoprono anche di crochet - in celeste, carne o pesca - che ricorda quello che si mette sulla tovaglia buona, mentre gli accessori sono in plastica intrecciata, quella delle sedie dei bar nelle piazze assolate dei sud.
Sensualità in nero per la sera, che si accende dei bagliori di fuochi d'artificio di una miriade di cristalli colorati. E' questa la "ricetta" del duo di stilisti alle bruttezze che giornali e televisioni ci raccontano di quest'Italia a rischio default ma ad alto tasso di bunga bunga? Chiamiamolo ottimismo, chiamiamola gioia di vivere. Chiamiamolo buonumore tutto meridionale. In tempi di magra, tutto fa brodo.

E' tutta un movimento la donna di Missoni: macro ruches svolazzanti, asimmetrie scomposte che giocano con la casualità, frange lunghe e corte che accompagnano il movimento del corpo generato da ogni passo. Vivace e vibrante, insomma, il suo stare al mondo, così come i colori, sgargianti e abbinati con la fantasia fervida tipica della Maison. Divertito e divertente il suo approccio alla vita: una maglia trasparente lascia intravedere il seno, una spalla fa capolino, la pancia tonica sbuca da sotto un top. E' certo una donna giovane, spensierata, che pare prendere la vita per come viene. Divertente, caotica, spontanea e sorridente. Evviva!

Non ha pace, né tregua, l'occhio al cospetto della collezione disegnata da Massimo Giornetti per Salvatore Ferragamo. Sulla catwalk una serie di stampe aggressive in colori violenti: tigri in agguato e fiori tropicali, palme e maculati selvaggi. Una donna volitiva, a cavallo tra Seventies ed Eighties, come era quella della collezione invernale ora nei negozi. Ma se per l'inverno si punta su un sofisticato e rigoroso bianco e nero, qui è l'irruenza affamata del colore a farla da padrone. Ci si può anche andare in ufficio, perché no. Certo bisogna avere un bel caratterino che supporti tanta sgargiante voglia di farsi notare. Ah, ci sono anche le stampe foulard. Così, tanto per cambiare.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
dscarllatta 65 mesi fa

Bellissima anche la Joasson con l'abito in macrame cipria un incanto

dscarllatta 65 mesi fa

maravigliosi Dolce &Gabbana Mi sono sembrate molto suggestive le uscite con gonna a godet nera e top piccolo scoprivita Un desiderio per il prossimo Estat E vai con la dieta..ci devo entrare in quei mini top..Stupendi stupendi

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).