Nuova vita al guardaroba!

di Carolina Rimondi 

Ecco che cosa fare con tutto ciò che non usiamo più. Venderlo, scambiarlo o barattarlo... ma dove?

Carolina Rimondi

Carolina Rimondi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Se anche il vostro armadio ha preso le sembianze di un bazar in cui le camicie si trovano schiacciate su un lato perché ancora conservate reperti archeologici di cui faticate a liberarvi, se nemmeno i consigli di Carla Gozzi vi sono serviti a rivisitare qualcosa, forse è giunto il momento di fare un po' di pulizia.
Oltretutto durante le vacanze di Natale ci sono ottime possibilità che il guardaroba si arricchisca con un paio di new entry e avranno certo bisogno dello spazio adeguato.
Vendere, swappare, noleggiare, i modi per far fruttare il proprio usato sono oramai tantissimi.
Tiriamo fuori il nostro spirito imprenditoriale, prendiamo un asse da stiro, carta e penna.
Dopo una sincera ripulita all'armadio (smettiamola di raccontarci che "prima o poi tornerà utile"), diamo una bella stirata ai capi che non usiamo più. Qualsiasi cosa intendiamo farci è giusto dar loro il miglior aspetto.
Poi pensiamo a come procedere: l'abbigliamento usato può essere venduto per denaro, ma non solo, basta orientarsi fra le tante possibilità.

Ebay è senza dubbio uno dei metodi più condivisi: anche se il sito ospita sempre più negozi di merce nuova, la vendita dell'usato rappresenta ancora un'attività proficua.
Un altro colosso della vendita online è subito.it: si compra e vende di tutto, anche l'abbigliamento. Le inserzioni sono suddivise per regione, così da poter contattare qualcuno vicino a noi e concludere l'affare di persona.
Se invece utilizziamo i social network, abbiamo un sito o blog, la soluzione più innovativa è Blomming. E' una nuova piattaforma, a iscrizione gratuita, che permette di condividere la vendita svolta sul loro sito negli altri luoghi del web in cui siamo presenti. Basta un codice da incorporare e si portano le funzioni di commercio sul proprio blog e sulla propria pagina Facebook. Blomming non richiede competenze elevate e permette di sfruttare il passaparola fra tutti i nostri contatti.
Esistono anche i mercatini, Mercatopoli è uno dei più famosi. La vendita avviene offline, nelle filiali sparse in tutta Italia. Il web però aiuta perché permette di essere aggiornati sul proprio incasso ogni volta che un nostro abito viene venduto.
Per le borse griffate che non portiamo più ma delle quali facciamo fatica a liberarci, possiamo considerare il noleggio. Uno dei siti più accreditati è bagandco.it: offre il 40% del guadagno per ogni noleggio effettuato, 80% per una vendita. Ne abbiamo sentito parlare spesso come un modo per accedere a borse lussuose senza doverle acquistare, ma possiamo pensare di essere noi i proprietari, che decidono di far fruttare una bella borsa inutilizzata.
Poi c'è lo scambio. Non solo con altri abiti e accessori, per il quale esiste lo swapping (i siti più frequentati sono swapstyle.com e swapclub.it), ma anche con oggetti di tipo diverso o con una competenza. Le Banche del Tempo, che basano la loro attività sull'importanza della relazione tra persone e sullo scambio di tempo, organizzano mercatini del baratto in cui portando ciò che non si usa più, sarà possibile cambiarlo con altri oggetti o con piccole prestazioni (per esempio un'ora di informatica, un'ora di giardinaggio, un'ora di massaggio shiatsu, ecc.). In questo modo, un abito che non usiamo più diventa un buon pretesto per stringere amicizie e conoscere persone nuove: se non troveremo un oggetto di nostro gradimento, avremo trovato aiuto in qualche altro campo.

Quale metodo fa più al caso vostro? Io mi deciderò presto. Ho pensato che con l'anno nuovo, nuova vita al guardaroba: c'è solo da guadagnarci!

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà


Cerca in Sfilate

Stagione Designer