ROOM SERVICE? Solo se è firmato Erkan Çoruh

di Margherita Calabi 

Alla vigilia delle sfilate di Alta Moda, Erkan Çoruh ci mostra le sue prossime collezioni da ROOM SERVICE, il nuovo progetto-evento di AltaRoma al Marriott Grand Hotel Flora

Margherita Calabi

Margherita Calabi

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Il Room Service più esclusivo? E' firmato Erkan Çoruh, lo stilista turco vincitore di Who is On Next nel 2010, rinomato per le sue collezioni che uniscono la sartoria tradizionale ad elementi mistici e religiosi, con una continua ricerca su texture e materiali. ROOM SERVICE, il nuovo progetto-evento di AltaRoma al Marriott Grand Hotel Flora in via Veneto dove, alla vigilia delle sfilate di alta moda, 13 stilisti presentano una preview delle collezioni AI 2012-13 insieme a capi della PE2012 (quest'ultimi saranno acquistabili il 28 e il 29 gennaio grazie ad una vendita privata con servizio su misura). Una suite a disposizione di ogni designer diventa, per l'occasione, un piccolo atelier.

Lo spazio-salotto di Erkan Çoruh è molto accogliente e lo stilista, timido e con gli occhi che brillano, ci mostra le sue collezioni: una PE 2012 all'insegna del bianco, nodi e perline colorate (soprattutto verdi - confessa che ha finalmente trovato il verde giusto per i suoi cristalli e ne è davvero felice). La silhouette è pulita, le forme sono a volte insolite ma semplici, sia nei capi più strutturati che in quelli morbidi. Vestiti, come l'abito Namaz, ricordano quelli delle donne islamiche quando pregano: è sempre forte il riferimento al mondo Islamico e a Dio, a volte anche in modo ironico. Come la t-shirt 'One Allah' che abbinata ad una gonna in tulle crea un look surreale e da sogno che ci fa tornare un po' adolescenti. C'è la 'Birdcage jacket', corta, bianca, ha maniche lunghe e una struttura di metallo all'interno del retro che ricorda, nella forma, una gabbia per uccelli. Ma anche la linea 'Dialogue' capi basic per le nuove generazioni, in bianco o nero, con qualche piccolo dettaglio prezioso. "Non tutti osano mettersi i miei capi più strong" dice lo stilista "e una linea molto minimal era quello di cui avevamo bisogno".

Si passa alla seconda suite e alla collezione AI 2012-13 che è definita da capi "costruiti" con tagli decisi e dettagli in rilievo, come le lune e le stelle della giacca nera che si abbina a pantaloni morbidi beige chiaro in stile harem. Da questa collezione il designer ha voluto introdurre anche nell'invernale dei toni più soft e per questo ha ideato una palette che si ispira ai colori della terra. Il suo capo preferito? Un vestito corto in ciniglia dalla silhouette essenziale con un bordo di perline e tagli fatti al laser. Nell'angolo più lontano tiene invece la collezione 'Archive by Erkan Çoruh', sono i suoi pezzi "di ricerca", i capi più audaci e rock and roll, un'esplosione di creatività.

Per finire ci mostra il suo ultimo gioiellino, un profumo su cui sta lavorando da sei mesi e che è ancora in via di perfezionamento. Sa di oriente, di mille e una notte e dei tetti di Istanbul, la sua città natale. "Voglio qualcosa che ricordi la mia terra, che non sia troppo intenso ma che abbia un non so che di misterioso e fantastico". Si scambiano consigli ma è sicuramente sulla strada giusta.

In città ha inaugurato anche il flagship store Louis Vuitton Etoile in una location d'eccezione: l'ex cinema cinema Etoile in Piazza San Lucina. E' una delle più antiche sale cinematografiche romane. Non mancano i fotografi, i vip, i flash, i cocktail. E noi, lontani, siamo felici di essere con Erkan Çoruh a parlare di vestiti, ispirazioni e viaggi lontani.

 

Per più informazioni sui designer che hanno partecipato a ROOM SERVICE e sulla vendita privata del 28 e il 29 gennaio, visita il sito www.altaroma.it

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer