Alessia Santi fa tripletta

di Lucia Del Pasqua 

Presenta Manila Grace, Manila Luxury e San-ti.A

Lucia Del Pasqua

Lucia Del Pasqua

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

Aggiungi due posti a tavola, che ci sono due "amiche" in più. Alessia Santi fa tripletta, dato che esordisce a Milano con l'autunno-inverno 2012/13 delle sue nuove linee Manila Luxury e San-ti-A, e presenta la sua "storica" Manila Grace, tre anime diverse che arrivano tutte dalla stessa matita, per tre donne diversamente sofisticate.

Quella di Manila Grace è cosmopolita, prende aerei e vola da Parigi a New York, facendo delle puntate in Italia, a Venezia, come se niente fosse. Si diverte, mettendosi in testa delle fasce dai colori forti che spesso si abbinano a delle labbra illuminate da tinte altrettanto strong, facendo giocare materiali differenti in mix and match inediti e scintillanti, e stampandosi addosso dei caleidoscopi di stampe che fanno da trait d'union tra passato e presente. La donna Manila Grace è versatile nei colori e nelle forme: mentre la palette cromatica spazia dai toni caldi del marrone, del petrolio intenso fino ai rossi e i bordeaux, per poi passare a quelli più freddi, come il ghiaccio, i volumi sono ora ampi, ora slim, mentre le linee destrutturate o l'esatto contrario.
L'accessorio fondamentale? Il foulard, tenuto annodato, morbido o lasciato un po' al caso.

La linea Manila Grace Luxury aggiunge un tocco di eccessivo e di scomposto alla donna raffinata di Manila Grace, con una collezione che pur mantenendo il dna della maison, si pone tra il passato, con il suo charme old style, e il futuro, con le sperimentazioni materiche.
A ispirare la collezione è l'ironia, il gioco è la chiave di tutto, delle sovrapposizioni in primis, con abbinamenti di cromie e di unione di stampe dove i colori sono decisi e alternano tinte forti a toni più polverosi. Il capospalla segna in maniera netta il punto vita, le pellicce hanno volumi ridotti e si abbinano ad abitini in seta stampata, mentre le camicie e le bluse si adagiano morbide sui fianchi e sono abbellite da fiocchi.
Qui i colori spaziano dal beige al bianco con picchi di giallo e rosa su tessuti stratificati e sovrapposti, dalla seta al cachemire fino al panno. Per quanto riguarda i volumi sono ben definiti, con le gonne lunghissime o longuette Sixties, che si alternano a drappeggi e plissé nelle lunghezze dei vestiti e dei pantaloni palazzo, più morbidi e naturali.

E' un lusso diverso, meno urlato e più minimale quello di San-ti.A, la nuova linea di Alessia Santi, che ha come cuore unico la maglieria, che si concretizza in capi dalle linee essenziali e semplici, impreziositi da un uso sapiente di lavorazioni, di materiali e di cromie. I tessuti sono tutti naturali, dalla lana al kid mohair fino alla seta e alla viscosa, per un lusso materico che è il protagonista assoluto della collezione, senza accessori né orpelli (le modelle camminano a piedi nudi). La palette dii colori spazia da i toni essenziali dei neri, dei beige, dei viola, fino al porpora e al beige, ma ci sono anche stampe digitali sulle sete, sfumate, che evocano una femminilità quasi eterea.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Cerca in Sfilate

Stagione Designer