E che ognuno faccia quel che sa fare (bene)

di Federico Rocca 

Giorgio Armani, Roberto Cavalli e DSquared2 portano in passerella i loro grandi classici: appeal easy-chic, animalier e styling ad effetto

Federico Rocca

Federico Rocca

Fashion EditorScopri di piùLeggi tutti


Sfilata Giorgio Armani AI 2012/13. Foto LaPrese

Sfilata Giorgio Armani AI 2012/13. Foto LaPrese

E che ognuno faccia quel che sa fare. E' un po' questo il motto della penultima giornata di Milano Moda Donna (quella di domani, martedì, sarà interamente dedicata ai giovani stilisti "promossi" dalla Camera Nazionale della Moda). Sembra che le griffe in passerella oggi abbiano voluto proporre, per il prossimo Autunno/inverno, ciò per cui sono note e apprezzate, senza correre il rischio di incedere in campi nuovi, sconosciuti e, forse, impervi.

E' il caso di DSquared2. Il brand disegnato dai gemelli Dean e Dan Caten racconta di una ragazza - che tanto assomiglia all'emergentissima Lana Del Ray - alle prese con il prom, il leggendario ballo di fine anno scolastico che pare essere una tappa fondamentale della vita dei diplomandi d'oltre oceano. Pare o forse pareva, perché l'atmosfera di questo ballo incantato, romantico e sognante, è a cavallo tra Cinquanta e Sessanta: on the catwalk una serie di aspiranti reginette per una notte, che però non riescono a trattenere la "gioventù bruciata" che brucia in loro.
Il touch della griffe, che emerge appieno in questa collezione, consiste in un lavoro molto sofisticato e furbo di styling. Tutti i pezzi della collezione sono easy, portabilissimi e passepartout, ma abbinati tra di loro e accessoriati splendidamente, così da costruire un'immagine globale nitida e precisa. Denim e pellicce, giacchini in cocco e pantaloni asciutti e lunghi al polpaccio (è questa la lunghezza trendy, segnatevelo, per il prossimo autunno), cappotti cocoon e occhiali da gatta. E, soprattutto, dettagli gioiello scintillanti: iniziate a fare incetta di spille con strass, tra 6 mesi vi sembrerà di non poterne fare a meno. Nei negozi, smembrata nei suoi singoli pezzi, la collezione perderà forse l'aria rétro che ha in pedana, ma non perderà di fascino. Come sempre accade per le collezioni dei fratelli Caten.

Anche Giorgio Armani decide di mandare in passerella il suo "cavallo di battaglia". Cosa che, per la verità, fa un po' sempre. Cosa che, per la verità, le sue fan apprezzano sempre. Basterebbe il titolo della press release che accompagna la sfilata a dare un'idea precisa di ciò cui alludiamo: easy chic.
Non è forse così, nella sua essenza, la più esemplare delle "donne Armani"? In bilico tra rigore maschile e leggera vanità femminile, la donna di Re Giorgio calibra con attenzione classicità (intesa come rispetto dei canoni acquisiti dell'eleganza casual) e piccoli colpi di testa. I completi giacca/pantalone grigi si alternano a bluse sensuali stampate in colori shock come il fucsia e l'arancio carico. Ai bermuda fanno da contraltare le gonne dagli orli sinuosi e gli abiti con le maniche a sbuffo, alle scarpe (basse e a punta: questa la legge imposta da Armani) si contrappongono le eco-pelliccie a pelo lungo colorate. Gioielli design diffusi con generosità sugli outfit. Armani non cambia, proponendo una felice "via di mezzo" che le donne "reali" continuano ad amare senza ma e senza se.

A proposito di cavalli di battaglia, ecco che Roberto Cavalli gioca, per la sua donna del prossimo Autunno/inverno, il suo asso abituale: l'animalier. Maculata la passerella, maculati gli outfit indossati con la grinta richiesta dalle modelle. Capitanate dalla più felina di tutte e di sempre, Naomi Campbell, in esclusiva per l'amico Roberto. Giochi di lunghezze e incroci inediti di proprozioni, per stampe che si ammassano e completano vicendevolmente dando vita a velli animali mai visti in natura, eppure così selvaggi da sembrare veri. Il pezzo più desiderabile è la giacca con le spalle spigolose, ma l'intera collezione è da applauso. Ma c'è da dire che Cavalli, da un po' di stagioni a questa parte, non ne sbaglia una. Gli altri lo copieranno tra un po'? Lui lo pensa sicuramente, noi sospendiamo il giudizio.

DA STYLE.IT

  • Mamma

    Calendari dell'avvento

    Pochi giorni e inizia il countdown al Natale! E non c'è Dicembre che si rispetti se non c'è un Calendario dell'Avvento: eccone alcuni bellissimi da comprare, anche all'ultimo secondo!

  • Bellezza

    Polveri illuminanti

    Ombretti, ciprie, polveri che illuminano la pelle, perfetti per esaltarne il colore. Da stendere su viso, schiena e décolleté per le serate importanti o per dare un tocco di luce a una giornata grigia

  • Bellezza

    Beauty routine per la notte

    Sapevi che durante le ore notturne la produzione di collagene aumenta? Per questo e per molti altri motivi è necessario prendersi cura di corpo e viso anche mentre si riposa, con prodotti specifici pensati proprio per questo momento della giornata, sierei, creme, contorno occhi, anti-cellulite e non solo

  • Moda

    Come è bella la campagna (stampa) d'autunno

    Arriva l'estate ed è già tempo di Autunno/inverno 2013-14. Dopo le sfilate femminili, le catwalk maschili e i migliori look da red carpet, ecco che le nuove collezioni sono pronte a prendere vita sulla carta. Patinate, raffinate e impeccabili come sempre, le campagne pubblicitarie delle griffe più prestigiose saranno protagoniste indiscusse dei magazine di moda. Con qualche special guest d'eccezione


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer