Schiaparelli torna sulle scene (era ora!)

di Federico Rocca 

Diego Della Valle rilancia la leggendaria Maison che impazzava sulle scene negli anni Trenta e Quaranta. Il primo passo sarà una sfilata Haute Couture a giugno, a Parigi. E poi?

Federico Rocca

Federico Rocca

Fashion EditorScopri di piùLeggi tutti


Foto Teddy Piaz

Foto Teddy Piaz

La notizia arriva (ma che combinazione) proprio nel giorno dell' inaugurazione della mostra che il Metropolitan Museum di New York dedica alle Impossible Conversations tra Elsa Schiaparelli e Miuccia Prada (da vedere anche in live streaming). Ovvero, in concomitanza con l'evento social/cultural/modaiolo più atteso dell'anno.

E se la celebrazione della stilista milanese non ci ha stupito più di tanto, ha destato sorpresa, invece, il rispolverare un nome - sorico, leggendario, grandissimo, per carità... ma un po' dimenticato dai più - come quello della geniale stilista romana diventata una stella a Parigi negli anni antecedenti la seconda Guerra Mondiale.

Elsa Schiaparelli - Schiap, come la chiamavano allora - torna finalmente sulle scene e soprattutto sulle passerelle. Colei che portò il surrealismo tra le pieghe della moda e fece del rosa shocking un colore intramontabile sarà, infatti, il prossimo giugno, di nuovo sulle passerelle parigine dell'Haute Couture. Onore e merito di Diego Della Valle, che aveva comprato già nel 2007 i diritti e l'archivio della griffe, e che ora, dopo 5 anni, riporta alla realtà quel sogno di fantasia, intelligenza e sorpresa legato alla più colta delle disegnatrici di moda dello scorso secolo. Negli ultimi anni abbiamo assistito a molti rilanci (o tentativi) di storiche griffe del passato: da Vionnet ad Halston a Balmain... ma certamente questa della Schiap ha tutte le carte in regola per essere la più clamorosa.

Per il momento, in più, è dato a sapere solo che la Maison Schiaparelli ritroverà casa in Place Vendome, nella residenza in cui la stilista dominava la scena degli anni Trenta e Quaranta. Qualcosa in più si può intuire dalle parole di Della Valle, che dichiara: "una traduzione fedele ma molto moderna inseguirà il vero obbiettivo dell'operazione: recuperarne il 'sogno' e tutta la sua modernità.
Nessuna rincorsa ai tempi commerciali del mondo della moda, ma un lavoro che punti al meglio, nel gusto e nella qualità, con tutta la calma necessaria per farlo".

D'accordo sulla calma, che è sempre buona consigliera. Ma una Maison di tale caratura ha bisogno, secondo noi, di un direttore creativo all'altezza. E chi potrebbe mai essere? Un sogno: John Galliano. Un sogno ancora più grande: Martin Margiela. Who else? A voi la parola...

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer