H&M Design Award: vince Minju Kim

di Federico Rocca 

Arriva dal Belgio, ma è di origini coreane, la trionfatrice della seconda edizione del premio dedicato ai talenti emergenti indetto dal colosso svedese della moda low cost

Federico Rocca

Federico Rocca

Fashion EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

E alla fine il design belga sbaraglia ancora una volta i concorrenti. Già, perché degli otto giovani designer europei arrivati alla finale della seconda edizione dell'H&M Design Award, a trionfare è la coreana Minju Kim, che ha studiato e si è diplomata alla prestigiosa Royal Academy of Fine Arts di Anversa, una vera e propria mecca della moda moderna.

Ventisei anni, un sorriso contagioso, idee ben chiare e uno stile già preciso, la trionfatrice del concorso indetto dal colosso svedese della moda low cost H&M porta a casa 50 mila euro (che non sono pochi, specie per un giovane deisgner alle prime armi che si affaccia sul mondo del fashion business) e soprattutto la possibilità di vedere vendute alcune delle proprie creazioni in alcuni dei negozi H&M nel mondo, il prossimo autunno. Un po' come è successo, la scorsa edizione, a Stine Riis, oggi lanciatissima con la linea che porta il suo nome.

Il perché della vittoria della designer corena, ce lo spiega Ann-Sofie Johansson, Head of Design di H&M, uno dei prestigiosissimi giurati che hanno decretato il suo trionfo. "Ha vinto perché il suo lavoro è straordinario, così creativo e così pieno di idee. In uno solo dei suoi capi ci sono così tante trovate, che ce ne si potrebbe tirare fuori un'intera collezione", spiega la Johansson. E noi, che la collezione l'abbiamo vista, non possiamo che essere d'accordo: colorati, ironici, divertenti (perché ispirati al mondo dei manga giapponesi), gli outfit di Minju Kim sono una vera gioia per gli occhi.
"E poi sono realizzati artigianalmente in maniera impeccabile, e anche questa è una grande qualità. E poi abbiamo premiato il suo sorriso. Guardala!", prosegue la Johansson, che "passa la palla" alla vincitrice.
La quale così ci descrive il suo stile: "Parlare di stile è difficile! Non saprei come raccontarlo, se non con lì'aggettivo bizzarro. I colori sono tenui, graziosi... ma le forme e i volumi no... e da questo incontro, da questi contrasti nasce qualcosa che spero sia, per così dire, curioso".
E prosegue: "Sono molto orgogliosa di questa vittoria, e molto felice. Soprattutto perché ora sono un po' più consapevole che un futuro nella moda, per me, forse è possibile".
nel suo presente, intanto, ci sono ben 50mila euro, che, scherzando, racconta di volere spendere in scarpe e vestiti. In realtà, ci racconta che seguirà i consigli di Ann-Sofie, che le consiglia di sperimentare realtà nuove, di tentare ciò che ha voglia di provare, e di essere "libera" e felice. Probabilmente un viaggio le servirà come ispirazione per continuare nel suo lavoro così creativo e ricco. Ma confessa anche che regalo ai suoi genitori non potrà fare a meno di farlo. Si tratta di quel senso di riconoscenza tutto orientale divenuto proverbiale.

Chissà se per lei, in un futuro prossimo, ci saranno anche le importanti passerelle delle fashion week. Per H&M, sì. Già, perché per la prima volta, il prossimo 27 febbraio a Parigi, il brand sfilerà con la sua collezione (e non con una collezione realizzata in co-branding con altre celebri griffe del fashion system), nel contesto della fashion week parigina. Un tabù che si infrange, in qualche modo. La Johansson "minimizza", descivendolo semplicemnete come "un modo diverso per mostrare la collezione alla stampa, come facciamo sempre", ma in realtà la portata della novità è abbastanza epocale. Perché la moda low cost entra, di diritto, nel santuario della moda "lussuosa", dopo essere entrata nel cuore e negli armadi della gente.

Per concludere, non resistiamo dal chiedere ad Ann-Sofie quali tendenze, secondo H&M, la faranno da padrone nella primavera alle porte. "Ci saranno ovviamente tanti colori, ma per essere davvero giusti io consiglio il bianco e nero, anche per la Primavera, in una chiave geometrica e grafica, che esalti il mistero del nero e la luminosità del bianco".
Come è vestita lei? patnaloni neri, camicia bianca e bomber nero. Ovviamente.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer