Sfilate / Yohji Yamamoto

Yohji Yamamoto

La definizione di “stilista dell’obliquità”, coniata per lui da un critico di Vogue, gli calza a pennello. Maestro della sartorialità made in Japan e vate dell’asimmetria, Yohji Yamamoto ha introdotto nella moda un’autentica rivoluzione assurgendo nel 1981 a punta di diamante dell’avanguardia creativa dei “postatomici”. Quegli stilisti che, capitanati da Rei kawakubo di Comme des Garçons, irruppero sulle passerelle parigine nei primi Anni ’80 presentando capi innovativi e destrutturati che hanno stravolto i canoni dell’eleganza occidentale nel nome di un pauperismo sofisticato. Nato a Tokyo nel 1943, Yamamoto ha studiato giurisprudenza all’Università di Keio per poi diplomarsi ...

La definizione di “stilista dell’obliquità”, coniata per lui da un critico di Vogue, gli calza a pennello. Maestro della sartorialità made in Japan e vate dell’asimmetria, Yohji Yamamoto ha introdotto nella moda un’autentica rivoluzione assurgendo nel 1981 a punta di diamante dell’avanguardia creativa dei “postatomici”. Quegli stilisti che, capitanati da Rei kawakubo di Comme des Garçons, irruppero sulle passerelle parigine nei primi Anni ’80 presentando capi innovativi e destrutturati che hanno stravolto i canoni dell’eleganza occidentale nel nome di un pauperismo sofisticato. Nato a Tokyo nel 1943, Yamamoto ha studiato giurisprudenza all’Università di Keio per poi diplomarsi all’Istituto di Fashion Design Bunka Gaukuen e debuttare poi in Giappone nel 1972 con una linea di prêt-à-porter femminile chiamata "Y’s". Lo stilista ha dato sempre grande importanza alla ricerca sui tessuti ed è stato tra i primi a combinare filati naturali e materiali tecnologici, sperimentando soluzioni puriste dai volumi inediti. Nel 1984 ha lanciato la linea "Yohji Yamamoto pour homme". Wim Wenders fu talmente colpito dal suo lavoro da realizzare nel 1989 un documentario su di lui intitolato Appunti di moda e di viaggio. Nel 1994 è stato insignito del Mainichi Award, nel 1996 ha lanciato il profumo Yohji e nel 1998 ha realizzato la messa in scena dello spettacolo di Pina Bausch per i venticinque anni della Compagnia. Nel 2000 ha iniziato una collaborazione con il regista Takeshi Kitano disegnando i costumi di film come Dolls e Zatoichi. Nel 2002 è stato nominato direttore creativo della linea "Y-3"della Adidas e ha ottenuto subito un grande successo non solo con le scarpe ma anche con total look di capi casual-chic. Parallelamente al moltiplicarsi di collaborazioni con prestigiose maison di accessori come Mandarina Duck (borse e abiti trasformabili) e Salvatore Ferragamo (calzature), lo stile del maestro si evolve in una direzione che concilia sempre più il gusto occidentale e l’estetica orientale. «Scegliere è la nostra ultima libertà» è quel che è solito dire.

A cura di Enrico Maria Albamonte

Nella foto in alto Yohji Yamamoto

leggi tutto > Yohji Yamamoto

Tutte le collezioni di Yohji Yamamoto

Guarda tutte le sfilate di Yohji Yamamoto

  •  
    Collezioni Primavera Estate 2015
  •  
    Collezioni Autunno Inverno 2014-15
  •  
    Collezioni Primavera Estate 2014
  •  
    Collezioni Autunno Inverno 2013-14
  •  
    Collezioni Primavera Estate 2013
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 12-13
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2012
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 11-12
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2011
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 10-11
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2010
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 09-10
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2009
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 08-09
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2008
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 07-08
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2007
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 06-07
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2006
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 05-06
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2005
  •  
    Collezioni Autunno-Inverno 02-03
  •  
    Collezioni Primavera-Estate 2002

Da Vanity


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer