Quel gioiello
di Elisabetta Canalis

di Federico Rocca 

Debutta nella moda la popolare showgirl, firmando la collezione di gioielli Calibro12 per la neonata griffe First People First. E fa subito centro. Anche perché a ispirarla è stata una pistola...

Federico Rocca

Federico Rocca

Fashion EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

C'è sempre una prima volta. Anche per Elisabetta Canalis. Fa infatti il suo ingresso nel mondo della moda la popolare (e amatissima) showgirl/conduttrice/attrice, scegliendo, per il suo esordio, di firmare una linea di preziosi per il giovane marchio di gioielleria artigianale ethically-correct First People First, nato dall'incontro dell'intuizione di Arianna Alessi con l'esperienza creativa di Beppe
Callegari. Il brand si pone l'obiettivo, da una parte, di dare visibilità ai giovani jewellery designer emergenti, offrendo loro visibilità e la possibilità di creare delle loro collezioni, e, dall'altra, di dare vita a capsule collection che vedano la partecipazione di nomi noti dello showbiz, sostenedo diversi progetti charity. La prima delle star coinvolte è proprio Super Eli, che ha ideato una linea strong e di carattere. Proprio come lei. Punto di partenza: un'arma. Da smontare e rimontare, fino a renderla capace, unicamente, di colpire l'attenzione. Della collezione Calibro 12 fanno parte girocolli, anelli, bracciali e orecchini, in argento e oro, impreziositi da brillanti e rubini. Armi di seduzione di massa, insomma.

Come è nata questa fortunata collaborazione?
E' stata un'idea di Arianna, che è mia amica. Mi ha proposto di creare una collezione dandomi totalmente carta bianca. Questa libertà mi ha stimolata e così ho deciso di accettare. Ho voluto fare qualcosa che io, in prima persona, avrei indossato. Ho scelto la pistola perché mi interessava poterla scomporre e ricomporre nelle sue componenti - tamburo, caricatore e così via - affidando ad essa un messaggio diverso. Non più un oggetto offensivo, ma un puro e semplice ornamento.

L'idea della pistola è nata anche dalla tua esperienza statunitense? Hai vissuto negli States, e sappiamo quanto la polemica sulla detenzione e l'uso delle armi, in quel paese, sia viva, visti anche i frequenti fatti di cronaca...
Quello che è successo negli Stati Uniti, anche recentemente, è orribile. Credo che da quando esistono le pistole esistano fatti tragici. Ma credo anche che, oltre ad essere uno strumento offensivo, le armi possano anche essere uno strumento di difesa e di inibizione nei confronti di chi voglia farti del male. Quello che interessava a me era però dimostrare, in un certo senso, che nel 2013 un'arma può trasformarsi radicalmente in qualcosa di bello e basta.

Tu come indossi i gioielli Calibro12?
Devo dire che li indosso spesso, abbinandoli per lo più a look semplici, clean e minimal. Sono gioielli piccoli, ma ricchi. Li indosso con outfit come quello odierno: pantaloni e top.

Qual è, invece, l'arma segreta del tuo successo?
La gente. Dopo anni il pubblico continua a seguirmi, a dimostrarmi affetto, anche in un momento come questo in cui sono lontana dallo schermo. Mi sorprende ancora vedere quanto la gente mi voglia bene.

Credi che questo possa essere l'inizio di una carriera nel mondo della moda?
Non necessariamente. È un "gioiellino" che ho fatto, ho messo un'idea a disposizione di Beppe, che è bravissimo, perché io non ho nessuna esperienza e competenza in fatto di pietre e metalli preziosi. per il momento la mia esperianza nel mondo fashion si ferma qui.

Perché hai scelto proprio la Only The Brave Foundation di Renzo Rosso come destinataria di parte dei proventi della vendita della collezione?
Ringrazio Renzo per avere messo la faccia in questa operazione. La sua Fondazione aiuta le persone bisognose nell'Africa subsahariana, ha costruito un intero villaggio nel Mali, vi ha portato l'acqua e continua a fare del bene. Spero che questa collezione venda tanto, perché aiutare la Fondazione è importante. A noi non cambia la vita. A loro, letteralmente, sì.

DA STYLE.IT

  • Mamma

    Io Tag, il gioiello per non perdere i propri bimbi

    I bambini sono curiosi e iperattivi: basta distrarsi un attimo che possono allontanarsi da noi e gettarci nel panico. Ma da oggi con Io Tag, questo rischio potrebbe essere solo un brutto ricordo.

  • Mamma

    Auguri papà, ti regalo un libro bellissimo

    E ti intervisto il suo autore. La vità è una pizza è un libro che ogni padre dovrebbe tenere sul comodino. Perché nel giorno della loro festa, ricordarsi quanto sono importanti le cose che ci sembrano inutili, male non fa

  • Moda

    San Valentino 2015, le idee regalo

    La festa per eccellenza dedicata all'amore è alle porte. Ecco una selezione delle proposte più fashion da regalare alla dolce metà

  • Star

    A very special Mario Christmas: la voce del Natale

    Anche quest'anno Mario Biondi è la voce del Natale, con una nuova raccolta che fa da colonna sonora alle feste


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer