Lo street style secondo Stacey Young

di Alice Abbiadati 

Ideatrice di Style Sophomore, Stacey ci svela il suo lato street style, in piena tendenza asiatica

Alice Abbiadati

Alice Abbiadati

Leggi tutti

<<>0
1/

Stacey Young è una ragazza di origini neozelandesi, che ha fatto della sua passione per la fotografia, un lavoro. Dalla sua idea di mostrare un nuovo punto di vista alle persone di tutto il mondo, ha creato il blog Style Sophomore. In pieno stile street style, Stacey concentra tutte le sue attenzioni sul modo di vestire e di indossare un abito alla "maniera asiatica". Una ragazza che ha portato sul grande schermo digitale una cultura quasi sconosciuta a molti, analizzata stile per stile, città per città, spostandosi per le maggiori capitali asiatiche e dando loro inevitabie visibilità. Seguendo i suoi viaggi, è possibile osservare diversi modi di vivere, da una passeggiata per strada a un rovente cappuccino sorseggiato in un bar, in pieno Asian Street Style.

Com'è iniziata la tua carriera? Raccontaci qualcosa di te...

«Ho iniziato a viaggiare per l'Asia tre anni fa con mio marito, scattando le prime foto di street style per un sito giapponese. Così mi decisi a creare il mio blog personale, come raccolta di tutte le foto che scatto durante i miei spostamenti, da Tokyo a Seoul, da Taipei a Singapore, da Hong Kong a Bangkok, fino alla Malesia. Nel mio tempo libero, quando non scatto fotografie, mi piace osservare le persone, cucinare e guardare i miei siti e blog di moda preferiti, come tutte le ragazze».

Da dove è partita la tua idea di creare un blog, concentrato esclusivamente sul modo di vestire dei giovani asiatici?

«Adoro vivere in Asia e al momento, non mi vedrei viaggiare in un altro Paese; quindi una delle ragioni del mio blog è proprio concentrarmi da vicino su questa cultura, anche se non sono l'unica a fotografarla».

Quando e dove è nata la tua passione per lo street style?

«Mio marito James Bent ha iniziato prima di me a lavorare sullo street style, per il suo sito La Mode Outré ed è stato proprio in quel periodo che ho iniziato a interessarmi a questo tipo di arte, guardando siti come The Sartorialist e imparando molto sulla fotografia street style. E mi sono subito appassionata nel farlo, vedendo crescere questa passione giorno dopo giorno, continuando a viaggiare. Per me è così eccitante essere sempre in movimento e dovermi adattare a modi di vivere e culture differenti, catturando i loro stili di vita e incontrando sempre persone nuove».

Più che uno stile ben preciso, fotografi  una cultura. Come descriveresti lo stile asiatico? E con che criterio scegli i protagonisti dei tuoi scatti?

«Molte persone sono convinte che lo stile asiatico, sia di vita che di cultura, sia differente e separato dal resto del mondo, anche se io non credo sia così. Certo, c'è una grande divergenza da una città all'altra dell'Asia; per esempio a Tokyo le persone si vestono in modo più divertente ed eccentrico, in Korea invece sono più conservativi e seguaci delle tendenze, a Hong Kong sono tutti più cupi e tesi e nel sud-est asiatico, come per esempio a Singapore e Bankok, hanno un look più "estivo" a causa del clima caldo e umido. Per questo trovo buffo considerare l'Asia differente dagli altri continenti, perché la stessa cosa succede negli Stati Uniti o in Europa, cambiando in base alle esigenze e al mood della città».

Dal tuo punto di vista, e dalla tua esperienza, come percepisci lo street style asiatico?

«Lo stile asiatico sente molto l'influenza occidentale, per questo motivo si vedono trend simili, stagione dopo stagione. Le persone credono che l'Asia sia molto conservatrice, ma in alcune città, soprattutto nel caso di Tokyo e Taipei, c'è un grande spirito di avventura, nello sperimentare sempre nuovi stili, senza temere di giocare con colori, forme o tagli, anche nelle acconciature. Io credo che gli asiatici battano tutti in fatto di pettinature! Io devo ringraziare l'Asia perchè tutti i giorni mi da modo di sperimentare cose nuove, ispirandomi alle persone con le quali mi immedesimo. Che siano ragazzi o ragazze, c'è sempre qualcosa che mi spinge a sentirmi influenzata da loro nel mio stile, e con i quali mi piace condividere le stesse passioni. Lo stile non è solo avere un bell'abito, ma il modo in cui lo si indossa, il modo in cui ci si cammina dentro o con il quale ci si presenta. Per questo mi piace avere a che fare con persone sicure di sè e a proprio agio con quello che indossano».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

  • News

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer