Dress code: matrimonio, l'abito della sposa

di Annagemma Lascari 

Un abito romantico e sofisticato, ma semplice nelle linee. Ecco tutte le regole base e i segreti per indossarlo, accessoriarlo e valorizzarti al meglio.
Editing a cura di Francesca Giorgetti
CLICCA QUI PER FARE LE TUE DOMANDE E AVERE LE RISPOSTE DEI NOSTRI ESPERTI IN DIRETTA >>

Annagemma Lascari

Annagemma Lascari

Image consultantScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Scoprite qui tutte le regole, i trucchi e i consigli raccontati da Annagemma Lascari per essere spose al top. Partiamo da un abito da sogno....

Quante ore di lavorazione e quale tessuto per realizzare questo abito?
Le creazioni dell'Atelier Lascari sono interamente realizzate a mano e su misura, di conseguenza le ore di lavorazione per ogni capo sono di gran lunga maggiori se  paragonate ad un abito da sposa già confezionato o semi confezionato.Il processo sartoriale inizia dalla realizzazione della tela in cotone sulle forme e sulle misure della sposa per poi passare alle tre o quattro prove dell'abito da sposa, prima imbastito e poi, di prova in prova, sempre più definito e perfezionato.
Dall'unione dello stile Annagemma Lascari con le sapienti lavorazioni d'alta sartoria possono nascere abiti come questo: il gonnone, in organza voile di seta a più strati, sostenuto morbidamente da una sottogonna in tulle e morbida crinolina; il corpino su misura, quindi senza cuciture, perché se ricamato viene realizzato a pinces aperte e solo ad abito perfettamente modellato richiuse.
Il ricamo è cucito a mano  in jais color opaline ricalcando la perfetta riproduzione di un pizzo chantilly, un'idea unica ed esclusiva dell'Atelier Lascari realizzata dalle sapienti mani di uno dei più famosi ricamatori italiani Pino Grasso.
Le ore di lavorazione per la confezione di questo abito sono circa 300/320
Le ore di ricamo per il corpino 100 circa. Pensate quante ore sarebbero necessarie per ricamare la gonna o, come in una fantasia principesca, l'abito intero.
Le prove: una prova per la tela di cotone, due prove  per l'abito in seta.

Un ultimo incontro conclusivo è sempre importante per la prova finale dell'abito e dei relativi accessori, trucco e parrucco. Un incontro importante dove chiacchierare per esempio della gestualità della sposa, quale per l'ingresso in chiesa o quale nel momento di togliere il velo... Suggerimenti che aiuteranno a muoversi in maniera disinvolta, facendo sempre attenzione a non indietreggiare. Occorrerà sapere quando e come fare il cambio d'immagine per il party serale e assimilare tanti altri piccoli preziosi segreti per rendere indimenticabile il vostro giorno più bello.

A quale tipo di donna sta bene l'abito illustrato?
Romantico e sofisticato ma semplice nelle linee. Questo abito è intero, anche se la parte alta ricamata a mano in jais di vetro opaline, potrebbe sembrare un corpino a corsetto. Perfetto per slanciare la figura è appropriato per taglie dalla 42 in su. Se siete una 38-40 basterà aggiungere una coda a piegoni giustapposta appena sotto la vita, che crei un maggior volume arricchendo la minuta silhouette.

A quale tipo di cerimonia è adatto questo abito?
A un matrimonio religioso, classico ed elegante, anche con un alto numero di invitati. Accostare una location a un abito così è davvero semplice: dalla villa liberty sul lago con party in giardino, al borgo medievale sulle colline toscana, al Cipriani di Venezia con l'arrivo in gondola.

Quale intimo indossare?
Il bustier per esempio, perché questo abito è completamente scollato. L'intimo non deve fare capolino fuori dalla scollatura, né se ne devono intravedere le cuciture o lo spessore. Il mio consiglio è sempre quello di scegliere un intimo tecnico, semplice e funzionale magari in microfibra color avorio, bianco o nudo.

Quali calze indossare?
Per il matrimonio in chiesa le calze a collant o bas (autoreggenti) sono di rigore: vi consiglio le più leggere e trasparenti possibili.

Quale scarpa indossare?

La più adatta è la classica décollettée anche sling back, cioè aperta dietro. Per la chiesa via libera anche a un open toe con la fessura davvero piccola (mi raccomando)! La scarpa potrebbe essere realizzata in tessuto opaco in tinta oppure, se le finanze ce lo permettono, potrebbe avere la tomaia ricamata come il corpino dell'abito.

Quale velo indossare?

Il velo sarà  lungo e impalpabile e, nel rispetto della  tradizione, almeno 50 cm più lungo della coda dell'abito. Può avere la calata sul davanti (circa 80 cm) o può essere fissato con pettinino a un semplice chignon.

Come indossare il velo?

Per indossare il velo nel modo più corretto: davanti allo specchio immaginare una linea che parta dal naso e salga idealmente fino al punto più alto. In questa posizione inserire il pettinino cercando di centrare lo stesso nella maniera più precisa possibile.

Quali guanti indossare?

Il guanto è l'accessorio perfetto per un abito come questo. Le lunghezze consigliate sono lo '0' oppure il '12' pollici. Il tessuto più adatto è l'organzino di seta oppure il tulle, rigorosamente in tinta con l'abito.

Quale coprispalle indossare?
Se si indossa un abito bustier come questo per la cerimonia religiosa è d'obbligo coprire le spalle. Il coprispalle può essere semitrasparente o trasparente a seconda del periodo primaverile o estivo. Può essere un bolerino oppure un grande collo ad anello confezionati nel tessuto dell'abito doppiato o singolo.

Come infilare l'abito da sposa?
Una zip e una bella fila di bottoncini da chiudere uno ad uno segneranno la profonda apertura posteriore del nostro abito. La sposa, sostenuta dalla mamma e dalla testimone, potrà così infilarlo dal basso (mai dall'alto!) Il consiglio: poggiare sottogonna e abito direttamente sul pavimento (magari stendere a terra un lenzuolo matrimoniale o qualche foglio di carta velina).

Come scegliere il bouquet?

Lo stile dell'abito consente la scelta tra una forma tonda, a cascata oppure a fascio. Ricordatevi di non utilizzare nastri inadatti al colore e al tessuto dell'abito.

È tradizione che la sposa indossi qualcosa di nuovo, cosa?

L'abito.

È tradizione che la sposa indossi qualcosa di prestato, cosa?

A volte l'amica presta il suo velo da sposa.

È tradizione che la sposa indossi qualcosa di blu, cosa?

Un piccolo nastrino blu che la mamma potrà cucire all'interno dell'abito da sposa della figlia, simbolo di fertilità e di buon augurio.

È tradizione che la sposa indossi qualcosa di vecchio, cosa?
Normalmente mamma  o nonna regalano un paio orecchini di famiglia.

Quale scarpa scegliere per il ricevimento serale?
Una scarpa o sandalo gioiello in tono con l'abito. Oppure un modello, sempre adatto all'abito, ma abbinato ai gioielli e ai nuovi accessori che faranno la loro comparsa per il ricevimento serale.

Quale borsetta scegliere per il ricevimento serale?
Una piccola pochette in tessuto ricamato come l'abito oppure vintage, magari della cara nonna.

Quale gioiello scegliere per il ricevimento serale?

Un collier importante, che arricchisca la scollatura dell'abito a bustier, oppure un semplice filo di perle con goccia pendentif abbinato a orecchini pendenti e lunghi in perle e diamanti.

Come dovrebbe vestire lo sposo?

Secondo la tradizione più elegante e formale, l'abito dello sposo è il tight. Ed è perfettamente in sintonia con l'abito da sposa oggi proposto. Lo smoking in quanto abito da sera non è adatto a nessun tipo di matrimonio. Non si sbaglia mai con il classico abito scuro, grigio o blu, gilet, camicia bianca, cravatta elegante e scarpe nere stringate. Un tocco di stile per i componenti maschili delle famiglie degli sposi è di utilizzare lo stesso fiore del bouquet della sposa per le boutonnières (decorazione floreale per l'abito maschile).

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer