Ciao mamma! Scappo da Facebook e mi rintano su Twitter

Isabella Panizza Cutler 10 febbraio 2012

Cresce il numero di genitori che frequentano Facebook. In risposta i figli migrano su Twitter: «Così siamo liberi di dire quello che vogliamo, senza censure»

Corbis 
Corbis

Mamma e papà sbarcano su Facebook? E i ragazzi traslocano su Twitter. Lo afferma una recente ricerca condotta negli Stati Uniti dall'organizzazione no-profit Pew Internet & American Life Project.  Secondo il sondaggio, la migrazione verso la piattaforma di microblogging su cui ci si esprime utilizzando messaggi di massimo 140 caratteri, sembra essere lenta ma costante. Almeno il 16% dei giovani, dai 12 ai 17 anni, dichiara di utilizzare Twitter. Nella fascia di età dai 18 ai 29 anni la popolarità  è ancora maggiore.

Le proiezioni più aggiornate vedono questo trend in ascesa e in netto contrasto con quanto predetto nel 2006 quando venne lanciato Twitter, che per le sue caratteristiche sembrava più uno strumento per  pochi privilegiati ed esperti dell'industria tecnologica.

"I giovani non twittano e non lo faranno mai. Troppo pubblico, troppi utenti anziani. Non è cool". Era così che la pensavano gli addetti ai lavori, intenti a studiare le abitudini online dei teenager.

Evidentemente ricerche di mercato e sondaggi non avevano considerato una variabile fondamentale quando si ha a che fare con gli adolescenti: la presenza ingombrante di genitori, nonni, vicini di casa e amici di famiglia che negli anni ha trasformato Facebook in un posto in cui non potersi più muovere liberamente. Per moltissimi adolescenti Twitter è l'unico spazio virtuale che hanno tutto per loro, dove possono avere uno o più account anonimi, usare nickname, seguire e monitorare le celebrities preferite.

"Facebook è come gridare in una piazza affollata. Twitter è come parlare in una stanza", è quanto ha dichiarato un adolescente durante un focus group condotto dalla Microsoft Research.

Non solo. "Un account su Twitter è come un pass per il backstage di un concerto", sostiene Jason Hennessey, CEO di Everspark Interactive, agenzia di marketing di Atlanta che monitorizza l'industria tech. "Puoi mandare un tweet a Justin Bieber 10 minuti prima di un concerto, e c'è la possibilità che ti risponda".

In generale comunque gli adolescenti vogliono poter dialogare con i loro amici, senza essere spiati. E non è certo una novità. Il fatto è che è difficile parlare di difesa della privacy quando si ha a che fare con i propri figli, che si muovono in assoluta libertà in un mondo sempre più in bilico fra il virtuale ed il reale. E voi come vi comportate con i vostri figli? Fatecelo sapere

Vedi anche...

Sondaggio

Addio surgelati pronti

VOTA!

Oroscopo

Che cosa ti succederà oggi?

DA STYLE.IT

  • Sex

    Come scoprire se il tuo fidanzato ti tradisce?

    Quali sono i campanelli di allarme che dovrebbero metterti in allerta e indurti a indagare sul comportamento di lui?

  • Sex

    Come conquistare un ragazzo single

    Hai perso la testa per un ragazzo single incallito e speri di farlo innamorare di te? Ecco alcune dritte fondamentali da Style.it

  • Sex

    Cibo afrodisiaco: dai frutti di mare al cioccolato

    La cucina che fa bene al sesso: ecco alcuni cibi che da sempre sono considerati afrodisiaci

  • Sex

    Come durare di più a letto con gli esercizi di Kegel

    Il segreto fondamentale perché lui duri di più a letto è migliorare il tono muscolare attraverso il rafforzamento dei muscoli del pavimento pelvico.

TAG CLOUD