Gatsby, Di Caprio
e la gattamorta

Luigi Locatelli 16 maggio 2013

"Finalmente ieri, mercoledì 15, si è ufficialmente aperto il festival di Cannes numero 66..." Luigi Locatelli sarà il nostro inviato speciale al festival di Cannes. Seguilo dal suo blog su myselfitalia.it

Finalmente ieri, mercoledì 15, si è ufficialmente aperto il festival di Cannes numero 66. A officiare la cerimonia d'apertura Audrey 'Amélie' Tautou, brava e di allure molto francese, anche se non proprio una campionessa di simpatia. Film inaugurale il molto atteso Grande Gatsby, proiettato alle 20,30. E già nel primo pomeriggio c'erano a bordo red carpet folle di ragazzine e mamme in attesa adorante del protagonista Leo Di Caprio, molte con sedie e cuscini, qualcuna addirittura dotata di scala a libro per avere un punto di osservazione migliore. Quando al tramonto si è palesato in tutto il suo metro e novanta la folla ha ondeggiato, i flash hanno mitragliato, finché i gradini ricoperti di rosso che portano alla Salle Lumière non lo hanno inghiottito. Nessuno meglio di lui avrebbe potuto interpretare Gatsby, l'uomo dall'oscuro passato che per riconquistare la sua Daisy, ora moglie di un altro, dà una festa via l'altra nella sua principesca villa nella speranza che lei un giorno arrivi, si lasci stordire da tanto sfarzo e riprenda ad amarlo come cinque anni prima. Succederà, ma poi arriveranno anche drammi che chi ha letto il romanzo di Francis Scott Fitzgerald conosce e gli altri scopriranno invece al cinema (il film è in tutta Italia da giovedì 16 maggio). Prima che sulla montée de marches, il divino Leo si era però palesato ai giornalisti alle 13,15 per la conferenza stampa insieme al regista Baz Luhrmann e al cast al gran completo. Conferenza che si è rivelata al solito noiosissima e insostenibile, tutto un parlare narcisistico di arte, letteratura, e di quanto fosse grande il romanzo di Fitzgerald e di come non si volesse tradirne lo spirito. Meglio è stato osservare il body language, look compreso, dei presenti. Leo in completo grigio scuro ghiacciato senza cravatta è stato come al solito elegante, disponile, mai arrogante. Una bella persona. Baz Luhrmann con capello bianco pettinatissimo, ha stupito per la sua faccia da ragazzino eterno, senza una ruga (ma come farà?). Poi lei, Carey Mulligan, la protagonista femminile. Dovete sapere che la ragazza, per quanto interpreti da anni un film più bello dell'altro, da An Education a Drive e Shame, non ha mai incontrato le simpatie del pubblico femminile. Già prima che Gatsby uscisse, sui social network era partita una discreta campagna antipatizzante con lei chiamata Cessa o Ciospa Mulligan, forse non perdonandole la fortuna di far perdere la testa a Di Caprio (nella finzione). C'è da dire però che in conferenza stampa la Mulligan ha fatto di tutto per dar ragione ai suoi nemici. Pallida come un cencio, quasi spettrale, aveva un'arietta scostante e sussiegosa che non invogliava certo a rivolgerle delle domande. E quando gliene hanno fatta una, ci ha tenuto a dire che lei è andata a Princeton per discutere con alcuni luminari delle lettere del Grande Gatsby di Fitzgerald. A questo punto il sospetto che se la tiri è diventato forte, fortissimo. Oltretutto il suo personaggio del film è anche peggio, un esempio di gattamortismo da manuale. Il povero Gatsby fa di tutto fino a dissanguarsi perché lei torni ad amarlo, ma Daisy nicchia, un po' ci sta e un po' si nega, fa l'allumeuese, non sta né di qua né di là. Salvo poi, quando si tratta di scegliere tra Gatsby e il marito, provate a indovinare cosa farà. Del resto, si sa, le gatte morte son più pericolose di una dark lady.
La recensione da Cannes di Il Grande Gatsby la trovate su Nuovo Cinema Locatelli (www.nuovocinemalocatelli.com)

Tutti i post di Luigi Locatelli sul Festival di Cannes, sul suo blog di myselfitalia.it

Vedi anche...

Sondaggio

Addio surgelati pronti

VOTA!

Oroscopo

Che cosa ti succederà oggi?

DA STYLE.IT

  • Sex

    Frasi romantiche per Whatsapp, Messenger, SMS: le migliori per te

    Come scrivere le frasi più romantiche e seducenti da inviare al tuo amore tramite il cellulare. Da Whatsapp, all'sms, tutte le parole giuste per stupirlo

  • Sex

    Sorprese romantiche per Lui: ecco le migliori

    Sai quali sorprese romantiche possono stupire il tuo ragazzo? Ecco una breve guida alle idee migliori per fare una sorpresa al tuo fidanzato

  • Viaggi

    Ciociaria vini

    La strada del Vino Cesanese per degustare il prodotto della nuova vendemmia

  • Sex

    Matrimonio e monogamia: essere fedeli o tradire il partner?

    Per il 76% degli uomini e l'84% delle donne, la fedeltà coniugale causerebbe il fallimento della sacra unione

TAG CLOUD