Il Pranzo di Natale?
Anche in scatola

di Simona Marchetti 

Si chiama Christmas Dinner HotCan è l'ultima novità per chi non ha intenzione di passare le ore ai fornelli il giorno di Natale: basta aprire la confezione e il pranzo è servito. Ma è davvero Natale così?

Simona Marchetti

Simona Marchetti

ContributorLeggi tutti


Christmas Dinner HotCan

Christmas Dinner HotCan

Se l'idea di restare in piedi tutta la notte a preparare il pranzo di Natale vi attrae come una fetta di panettone raffermo (che, peraltro, nel latte è buonissimo), la soluzione si chiama Christmas Dinner HotCan. Ovvero, tacchino ripieno, verdurine di stagione e persino la gelatina di mirtilli, tutto concentrato in un barattolo da 400 grammi, pronto da servire in tavola in appena 12 minuti. Che è poi il tempo che ci vuole per svitare il tappo rosso della confezione, aprire la lattina al suo interno e forare il sacchetto d'acqua e calcare granulato che c'è fra le due, per dare così inizio alla reazione esotermica che cuoce il cibo, senza ricorrere a forni a microonde e bollitori e senza nemmeno dover lavare i piatti, visto che si mangia direttamente dal barattolo.

«Il pranzo di Natale non sarà più lo stesso», chiosano compiaciuti quelli del sito Firebox.com, che hanno messo in vendita la lattina di cibo pronto a 5,99 sterline (pari a poco più di 7 euro). E in effetti mai frase è parsa più vera, perché un simile espediente gastronomico sarà anche un modo per ridurre a zero la fatica dei preparativi per il pranzo natalizio, ma è anche il meno accattivante di tutti, indipendentemente da quanto grande sia la vostra passione per la cucina. E poco importa se per quelli che la vendono, «la Christman Dinner HotCan non ha nulla da invidiare agli altri cibi pronti e, anche se non vi farà vincere nessuna stella Michelin, è deliziosa e bilanciata dal punto di vista nutrizionale, per mettere d'accordo voglie natalizie e linea» o che il Guardian si interroghi se le HotCan saranno il cibo del futuro. Mangiare da una lattina, che sia Natale o meno, è triste. Punto.

Non a caso, i primi commenti in rete sono perlopiù negativi, coi lettori del Daily Mail divisi fra lo scetticismo e il disgusto e quelli del Sun preoccupati dai possibili rischi per la salute causati dalle sostanze chimiche liberate durante la preparazione dell'insolito pasto.

Ma accanto a chi boccia il cibo pronto «perché è solo un altro modo per rendere ancora più pigri gli inglesi» o a quelli che dicono di «provare pietà per quelle povere anime costrette ad un simile pranzo di Natale» c'è comunque un'esigua minoranza che giudica la trovata «interessante, soprattutto per i nostri ragazzi al fronte o i poveri» e chi ammette che la comprerà «solo per il gusto della novità, ma non certo per mangiarla davvero».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it
 

DA STYLE.IT

  • Star

    Harry Styles e Taylor Swift, baci sotto il vischio

    Separati per Natale, i due cantanti si sono riuniti per la notte di San Silvestro inaugurando il ...

  • Star

    Kristen Stewart e Robert Pattinson: capodanno all’inglese

    I due attori girano per Londra in metro (per la gioia dei fan), ma non è lì che daranno l’addio al ...

  • Viaggi

    Un Capodanno per i più piccoli

    Dal musical di Shrek alla ludoteca senese passando i party e gli spettacoli teatrali pieni di ...

  • Star

    Natale vip: last minute shopping

    C'è chi pensa al proprio look, chi cerca regali tra gli accessori, chi punta sull'addobbo ...