Fmi: nel 2012 il Pil
italiano al -2,2%

di Francesca Porta 

Le stime del Fondo Monetario Internazionale parlano di recessione

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Christine Lagarde - Foto LaPresse

Christine Lagarde - Foto LaPresse

L'Italia ha davanti a sè due anni difficili. Secondo le stime del Fondo Monetario Internazionale, infatti, il nostro Paese si sta preparando a un 2012 e un 2013 di recessione: quest'anno il nostro Prodotto Interno Lordo arriverà al -2,2%, con un taglio di ben 2 punti e mezzo rispetto alle previsioni dello scorso settembre, mentre l'anno prossimo ci sarà un altro calo dello 0,3%.

Ad anticipare questi dati, raccolti nell'ultimo update del World Economic Outlook, è stata l'Ansa: secondo quanto riportato, il Fmi individua nell'area dell'euro il principale malato che contagia e fa vacillare le altre economie del mondo. «La ripresa globale è minacciata dalle tensioni dell'area euro, dalla quale ci si aspetta una lieve recessione nel 2012».

Per tutta l'area della moneta unica europea, in effetti, è previsto un calo del Pil pari allo 0,5% nel 2012. La crescita tornerà invece nel 2013, ma sarà di appena lo 0,8% e non sarà omogenea. Se, infatti, il Pil di Germania e Francia cresceranno rispettivamente dell'1,5 e dell'1%, per Spagna e Italia è previsto un calo dello 0,3%.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD