Egitto, un anno dopo
la rivoluzione

di Francesca Porta 

Il popolo egiziano festeggia il primo compleanno della rivolta che ha portato alla caduta del regime di Mubarak

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

Piazza Tahrir è di nuovo piena di gente. A un anno di distanza dal 25 gennaio 2011, quando migliaia di persone scesero in strada per chiedere le dimissioni del presidente Mubarak, oggi il popolo egiziano è ancora riunito nella piazza principale del Cairo.

Questa volta, però, il clima è quello di una festa. Centinaia di uomini, donne e bambini sventolano le bandiere egiziane e celebrano il primo anniversario della rivoluzione. Ma non solo. Determinati nell'obiettivo di instaurare la democrazia, chiedono alla Giunta militare guidata da Mohamed Hussein Tantawi di ritirarsi e di lasciare il potere alle autorità civili. Chiedono, inoltre, che le elezioni (iniziate qualche mese fa e con un calendario che si protrarrà ancora a lungo) vengano sveltite, in modo da avere il prima possibile un governo eletto dal popolo.

La strada verso la democrazia, certo, è ancora lunga. Ma basta confrontare le immagini che oggi arrivano da Piazza Tahrir con quelle di un anno fa, per comprendere quanto la situazione sia già radicalmente cambiata. E per continuare a sperare che migliori.

PHOTOGALLERY: Egitto, le donne al voto

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD