Russia, Putin e gli spot
dei doppi sensi

di Francesca Porta 

Su YouTube spopolano una serie di video pro-Putin in cui si gioca su un doppio senso sessuale/elettorale

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

A meno che non conosciate il russo, in questo momento vi starete senz'altro chiedendo cosa succede in questo video. Ve lo spiego subito. Una ragazza giovanissima si rivolge a una chiromante per conoscere il suo futuro amoroso. «Chi sarà l'uomo della mia prima volta?», chiede la biondina.

La veggente guarda nella sua sfera, poi mescola un mazzo di carte e le distribuisce sul tavolo: quando scopre la carta designata, ecco comparire Vladimir Putin. La ragazza sorride e accoglie con gioia le ultime parole della chiromante: «Con lui starai per sei anni». Poi, con un cambio di scena, l'equivoco viene chiarito: la ragazza sta entrando in un seggio elettorale. La prima volta, dunque, era quella al voto. Non a letto.

Il doppio senso sessuale/elettorale sta alla base di tutta una serie di spot a sostegno del premier Putin che in questi giorni stanno spopolando su YouTube. Oltre al video della chiromante, ci sono diverse altre pubblicità: in una delle più cliccate, una ragazza parla con un ginecologo delle precauzioni da prendere per la sua prima volta. Il medico indica la pagina di un calendario che ritrae Putin e risponde: «Con lui, sarà sicuro».

Com'è facilmente immaginabile, gli spot hanno provocato la reazione polemica di molti elettori russi, soprattutto genitori, che non hanno gradito i doppi sensi: è opportuno, rivolgendosi a dei giovani che votano per la prima volta, che li si inviti ai seggi con una pubblicità che ammicca alla sessualità ?

La discussione è aperta. Non è chiaro, però, se le clip siano state commissionate dallo staff di Putin oppure se si tratti di un'iniziativa privata. Certo è che, se fossero davvero spot ufficiali, non sarebbe "la prima volta": per le legislative, infatti, il partito Russia Unita aveva diffuso un video in cui una modella invitava un giovane a seguirla nella cabina elettorale. Lo slogan era: «Facciamolo insieme».

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD