Strage di Tolosa,
caccia al killer

di Francesca Porta 

Le autorità cercano l'uomo che ieri ha sparato davanti a una scuola ebraica uccidendo un insegnante e tre bambini

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

È una vera e propria caccia all'uomo quella che sta impegnando in queste ore le forze dell'ordine francesi. Dopo l'attentato, probabilmente di matrice neonazista, avvenuto ieri di fronte alla scuola ebraica Ozar Hatorah di Tolosa, la polizia è alla ricerca del killer che ha ucciso un professore di religione, Jonatahan Sandler (30 anni), i suoi due figli Arieh (6 anni) e Gabriel (3 anni), e una bambina di 8 anni, Miriam.

«Le ricerche continuano a ritmo serrato», ha dichiarato il ministro dell'Interno Claude Guéant. «Per il momento è l'unica cosa che possiamo dire. Non sappiamo ancora di chi si tratti». Ma, se la sua identità non è nota, è quasi certo che l'attentatore sia la stessa persona che la scorsa settimana ha ucciso tre parà magrebini in due agguati, uno a Tolosa e uno a Montauban. Potrebbe trattarsi di un militare che qualche mese fa era stato allontanato dall'esercito (insieme ad alcuni compagni) per il suo atteggiamento xenofobo.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti e il racconto di alcuni testimoni, l'uomo si è presentato di fronte alla scuola intorno alle 8 del mattino, quando genitori, insegnanti e ragazzi stavano entrando, e ha iniziato a sparare sulla folla. Sembra inoltre che il killer, poi fuggito in scooter, avesse una telecamera appesa al collo.

Intanto, lunedì sera migliaia di persone hanno reso omaggio alle vittime: nella sinagoga di Tolosa si è tenuta una messa a cui hanno partecipato anche il presidente Nicolas Sarkozy e la moglie Carla Bruni, mentre a Parigi si è svolta una grande fiaccolata di solidarietà .

TAG CLOUD