Usa, le primarie repubblicane partono dall'Iowa

di Francesca Porta 

Chi sfiderà il presidente Obama? I candidati "favoriti" sono tre

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Mitt Romney - Foto Getty Images

Mitt Romney - Foto Getty Images

L'imprenditore Mitt Romney, l'antistatalista Ron Paul, l'ultrareligioso Rick Santorum: uno di loro sfiderà Barack Obama nelle elezioni presidenziali americane del prossimo mese di novembre. Ma chi?

Per saperlo bisognerà aspettare ancora qualche mese: le primarie del Partito Repubblicano, destinate a scegliere lo sfidante dell'attuale presidente democratico, sono infatti appena iniziate. La prima tornata elettorale si tiene quest'oggi, martedì 3 gennaio, in Iowa.

A candidarsi saranno diversi politici repubblicani, ma secondo gli esperti e l'opinione pubblica, la corsa "vera" si svolgerà tra tre uomini: Mitt Romney, imprenditore e multimilionario, moderato ex governatore del Massachusetts; Ron Paul, anziano deputato del Texas, antistatalista che predica l'abolizione del Federal Reserve e il ritiro delle truppe Usa da tutte le zone di guerra; Rick Santorum, italoamericano e paladino del cristianesimo, apertamente contrario l'aborto e i matrimoni gay.

Chi sceglieranno gli elettori repubblicani? Questa volta fare una previsione è davvero difficile: i sondaggi, infatti, vedono i tre candidati a pari merito, con circa il 20% di preferenze per ognuno.

E non c'è da sperare che i risultati di questa prima tornata possano essere rivelatori: l'Iowa, infatti, è uno stato agricolo, a maggioranza bianca, con molti anziani. Piuttosto conservatore. Le preferenze dei suoi abitanti non possono considerarsi indicative di una tendenza più generale nell'elettorato statunitense. Non rimane, dunque, che aspettare.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD