Il Papa sul sacerdozio femminile: «Non siamo autorizzati»

di Francesca Porta 

Benedetto XVI, durante la messa del Crisma, ha parlato di un movimento austriaco che chiede l'ordinazione delle donne

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

«La Chiesa di oggi vive una situazione spesso drammatica. Ma la disobbiedenza è veramente una via?». Sono queste le parole con cui Papa Benedetto XVI, durante la messa del Crisma celebrata questa mattina nella basilica di San Pietro, ha risposto all'appello del movimento di sacerdoti austriaci guidato da monsignor Helmut Schueller.

Il sacerdote, che ha circa 300 seguaci, ha infatti lanciato un appello alla disobbedienza con l'obiettivo di portare avanti alcune riforme che rinnovino la Chiesa Cattolica. Schueller chiede, ad esempio, l'ordinazione delle donne, la comunione ai divorziati risposati, l'abolizione dell'obbligo di celibato per i preti.

La risposta del Pontefice è stata chiara: «Vogliamo credere agli autori di tale appello, quando affermano di essere mossi dalla sollecitudine per la Chiesa; di essere convinti che si debba affrontare la lentezza delle Istituzioni con mezzi drastici per aprire vie nuove, per riportare la Chiesa all'altezza dell'oggi. Ma la disobbedienza è davvero una via?».

«Si puà percepire in questo qualcosa della conformazione a Cristo, che è il presupposto di un vero rinnovamento, o non piuttosto soltanto la spinta disperata a fare qualcosa, a trasformare la Chiesa secondo i nostri desideri e le nostre idee?».

E il Pontefice, parlando di questo «gruppo di sacerdoti» che ha «pubblicato un appello alla disobbedienza», si è soffermato sul tema dell'ordinazione femminile, ricordando che «il beato Papa Giovanni Paolo II ha dichiarato in maniera irrevocabile che la Chiesa, al riguardo, non ha avuto alcuna autorizzazione da parte del Signore».

Voi cosa ne pensate? Vorreste che la Chiesa si aprisse alla possibilità di ordinare le donne oppure preferireste che il sacerdozio rimanesse una prerogativa degli uomini?

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD