Wikipedia è salva: donazioni per
20 milioni di dollari

di Francesca Porta 

Il contributo più consistente è arrivato da Sergey Brin, cofondatore di Google

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

Wikipedia è salva. Dopo mesi di tensione e preoccupazioni, è finalmente arrivata la bella notizia: l'enciclopedia online gratuita che rischiava di chiudere per mancanza di fondi continuerà a esistere anche nel 2012.

Dal 16 novembre al 1° gennaio, infatti, oltre un milione di utenti ha risposto all'appello del fondatore Jimmy Wales e dei membri dello staff che chiedevano una donazione a favore dell'enciclopedia (che, va ricordato, è completamente priva di pubblicità). Il risultato? Nelle casse della Wikimedia Foundation, ente gestore del sito, sono arrivati ben 20 milioni di dollari.

Moltissimi utenti, di ogni età e parte del mondo, hanno versato la loro quota: qualcuno si è limitato a 5 o 10 dollari, mentre altri hanno fatto donazioni più alte. L'assegno più consistente, che ammonta a 500 mila dollari, è stato firmato da Sergey Brin, il cofondatore di Google.

Quest'oggi è dunque sparita dalle pagine di Wikipedia la testata che invitava a lasciare una donazione; al suo posto c'è il viso sorridente di Sue Gardner, direttore esecutivo di Wikimedia Foundation, che ringrazia tutti gli utenti per la loro generosità.

Jimmy Wales, naturalmente, è al settimo cielo: «Wikipedia è qualcosa di speciale. È come una biblioteca o un parco pubblico. È come un tempio per la mente. È un luogo nel quale tutti noi possiamo andare a pensare, imparare, condividere la nostra conoscenza».

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD