Rossella Urru,
chiesto riscatto
di 30 milioni di euro

di Francesca Porta 

L'agenzia giornalistica France Presse annuncia la richiesta dei rapitori per liberare Rossella e la collega spagnola

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

Trenta milioni di euro. È questa la cifra chiesta dai rapitori di Rossella Urru per liberare la cooperante sarda e la collega spagnola Ainhoa Fernandez. Ad annunciare la richiesta del Movimento unito per la Jihad in Africa Occidentale è stata l'agenzia France Presse.

Secondo l'agenzia giornalistica, il portavoce dei rapitori Adnan Abu Walid Saharawi avrebbe dichiarato che il suo Movimento esige «un riscatto di 30 milioni» e domanda al governo di Mardid di «intervenire per la liberazione di due saharawi arrestati in Mauritania». Il portavoce ha poi specificato che «i negoziati riguardano soltanto la donna ostaggio italiana e la donna ostaggio spagnola».

Il riferimento a Rossella Urru e ad Ainhoa Fernandez è chiaro: le due donne sono state rapite insieme, nella notte tra il 22 e il 23 ottobre 2011, dal campo profughi di Hassi Raduni, nel deserto algerino. Insieme a loro è stato sequestrato anche un cooperante spagnolo, Enric Gonyalons, di cui però non si hanno notizie.

Leggi anche:

>>Rossella Urru compie 30 anni (e 152 giorni di prigionia)

>>3 marzo: la notizia, subito smentita, della liberazione di Rossella

>>Rossella Urru, l'appello di Geppi Cucciari a Sanremo

TAG CLOUD