Francia, l'insediamento del presidente Hollande

di Francesca Porta 

Cambio della guardia all'Eliseo: Nicolas Sarkozy lascia (cordialmente) il posto al socialista François Hollande

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti

<<>0
1/

La stretta di mano, il colloquio, il giuramento, gli applausi. L'emozione. Sono questi gli elementi che hanno caratterizzato il passaggio di consegne, avvenuto questa mattina all'Eliseo, tra il presidente francese uscente Nicolas Sarkozy e il neoeletto François Hollande.

La cerimonia di insediamento è iniziata con una stretta di mano tra i due politici (e un bacio tra Carla Bruni e la nuova première dame Valérie Trierweiler), per poi continuare con il tradizionale colloquio durato circa una ventina di minuti. In seguito, François Hollande ha prestato giuramento ed è stato insignito della Legion d'Onore.

«Il mandato che ho ricevuto è quello di rimettere in piedi la Francia», ha detto il nuovo presidente nel suo discorso d'insediamento. «Abbiamo molte sfide da affrontare, ma siamo un grande Paese, che ha sempre affrontato le difficoltà».

Hollande ha poi dichiarato di voler «aprire una nuova strada in Europa» e ha rivolto un appello all'unità della Nazione: «Le nostre differenze non devono dividerci. Il Paese ha bisogno di riconciliazione e il ruolo di presidente è contribuire a tutto ciò. Far vivere insieme tutti i francesi, intorno agli stessi valori, quelli della Repubblica».

Dopo i discorsi ufficiali, il nuovo presidente ha fatto il suo ingresso all'Eliseo, mentre l'ex inquilino Sarkozy e la moglie venivano salutati con un lungo applauso da tutto il personale.

Come da tradizione, in giornata sarà annunciato il nome del nuovo primo ministro. Probabilmente si tratterà di Jean-Marc Ayrault, capogruppo socialista all'Assemblea Nazionale e consigliere speciale di Hollande durante la campagna elettorale. Ayrault, nato nel 1950, è un ex insegnante di tedesco e sindaco di Nantes.

Leggi anche:

>>François e Valérie: una coppia di fatto all'Eliseo

>>Francia, Hollande è il nuovo presidente

>>Carla e Valérie: chi preferisci?

>>Le (altre) donne protagoniste delle elezioni francesi

TAG CLOUD