Addio Sally Ride, prima donna americana nello spazio

di Francesca Porta 

L'astronauta della Nasa è morta lunedì 23 luglio a causa di un tumore al pancreas. Aveva 61 anni

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Sally Ride - Foto AP/LaPresse

Sally Ride - Foto AP/LaPresse

Sally Ride è un'eroina americana. Almeno tre generazioni di donne statunitensi hanno seguito le sue imprese, hanno ammirato il suo coraggio e hanno preso esempio dalla sua determinazione. Tre generazioni di donne che oggi piangono la sua scomparsa.

Sally Ride, la prima donna americana a raggiungere lo spazio, è infatti morta lunedì 23 luglio, a soli 61 anni, a causa di un tumore al pancreas.

La sua carriera nella Nasa iniziò nel 1978, quando Sally rispose a un annuncio sul giornale per aspiranti astronauti. All'appello risposero 8900 persone, e Sally Ride fu una delle prescelte: venne ammessa alla Nasa nel primo corso misto (uomini e donne) per astronauti.

Dopo l'addestramento, lavorò come addetta alle comunicazioni nella seconda e terza missione del Programma Space Shuttle e infine, il 18 giugno 1983, partecipò alla missione spaziale Challenger STS-7. Era la prima volta che una donna americana veniva lanciata nello spazio. Le altre due donne che erano riuscite nell'impresa, Valentina Tereskova nel 1963 e Svetlana Savickaja nel 1982, erano infatti russe.

Al primo lancio nel 1983 ne seguì un secondo l'anno successivo, sempre a bordo del Challenger (per un totale di 343 ore trascorse in orbita). Probabilmente Sally avrebbe partecipato anche a un terzo lancio, se nel 1986 il Challanger non fosse esploso in volo causando la morte di tutti i sette membri dell'equipaggio.

Leggi anche:

>>Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD