Strage di Denver,
24 capi d'accusa
per Holmes

di Francesca Porta 

L'autore della strage nel cinema di Aurora in tribunale per ascoltare i capi d'accusa

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


James Holmes - Foto Getty Images

James Holmes - Foto Getty Images

Sono 142 i capi di imputazione per i quali sarà processato James Holmes, il giovane ex dottorando che lo scorso 20 luglio ha aperto il fuoco in un cinema della periferia di Denver (durante la prima del nuovo film su Batman) uccidendo 12 persone e ferendone 58.

Le accuse sono state formalizzate ieri, lunedì 30 luglio, dai procuratori del tribunale di Centennial, in Colorado: James Holmes dovrà rispondere di tentato omicidio (116 capi d'accusa, uno per ogni sopravvissuto alla strage), di omicidio di primo grado (24 capi d'accusa), di possesso di ordigno esplosivo e dell'aggravante di "crimine di violenza".

I capi d'accusa relativi all'omicidio di primo grado sono 24 (e non 12 come le vittime) perché l'accusa ha voluto mettere in rilievo il fatto che l'azione fosse premeditata e pianificata nel dettaglio, oltre che eseguita con indifferenza.

Non è ancora chiaro se l'accusa formalizzerà la richiesta della pena di morte (per evitarlo, la difesa del killer punterà a dimostrare l'incapacità di intendere e di volere), ma è certo che James Holmes rischia di non uscire mai più di prigione.

Leggi anche:

>>Strage di Denver, il killer è in tribunale

>>Strage di Denver, la ricostruzione dei fatti

>>Denver, strage alla prima di Batman: 12 morti

>>Batman, la maledizione del cavaliere oscuro

TAG CLOUD