Siria, continuano i combattimenti ad Aleppo

di Francesca Porta 

L'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani parla di 225 vittime solo nella giornata di ieri. Amnesty International: «Bombardamenti violenti»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Aleppo - Foto Getty Images

Aleppo - Foto Getty Images

Aleppo è continuamente sotto attacco. Da oltre una settimana, la seconda città siriana è scenario di violenti combattimenti tra i ribelli e le milizie fedeli al presidente Bashar Al Assad. Nella mattinata di mercoledì 8 agosto l'esercito del regime ha bombardato pesantemente la città e ha avviato un'offensiva via terra nel quartiere di Salah-ad-Din.

Secondo la tv di Stato, l'operazione avrebbe portato all'uccisione di numerosi «terroristi» e alla riconquista del quartiere da parte dei soldati fedeli ad Assad. La notizia è stata però subito smentita dai ribelli: «Non è vero che l'esercito del regime ha assunto il controllo del quartiere» - ha dichiarato il colonnello Abdel Jabbar Al Oqadi, portavoce dell'Esercito Siriano Libero - «è vero invece che è in atto su Salah-ad-Din un attacco barbaro e selvaggio».

È ovviamente impossibile, dall'esterno, sapere cosa sta veramente accadendo ad Aleppo. Quel che è certo è che ogni giorno che passa i combattimenti si fanno più violenti e il bilancio dei morti si aggrava. Secondo l'Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, solo nella giornata del 7 agosto ci sarebbero state 225 vittime, tra cui 129 civili, 50 ribelli e 46 soldati dell'esercito. Oltre 50 mila persone sarebbero già fuggite in Turchia, molte altre in Giordania e in Libano.

Amnesty International ha diffuso un comunicato in cui denuncia la violenza dei bombardamenti di questi giorni, mostrando immagini satellitari che indicherebbero l'utilizzo di armi pesanti in zone residenziali. Secondo quanto riportato dalla ong, le immagini mostrano oltre 600 crateri che sarebbero stati prodotti dall'impatto di proiettili d'artiglieria. «Tutti gli attacchi contro la popolazione civile saranno documentati in modo che i responsabili debbano renderne conto», ha dichiarato Amnesty.

Leggi anche:

>>Siria, il premier diserta e fugge in Giordania

>>Siria, i ribelli bombardano l'areoporto di Aleppo

>>Siria, 200mila persone in fuga da Aleppo

>>Siria, l'opposizione: «Prima via Assad, poi la transizione»

>>Bomba a Damasco, ucciso il ministro della Difesa

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

TAG CLOUD