Egitto, Morsi manda a casa Tantawi e annulla la Costituzione

di Laura Scafati 

Il neo Presidente egiziano ha mandato a casa l'ex ministro della difesa Tantawi, al servizio di Hosni Mubarak per vent'anni, e annullato la Costituzione transitoria che recava poteri speciali ai militari

Laura Scafati

Laura Scafati

ContributorLeggi tutti


foto LaPresse

foto LaPresse

Arriva come un fulmine a ciel sereno la svolta in Egitto. All'apparenza a sorpresa, il neo presidente Mohammed Morsi ha decapitato i vertici militari e annullato la Costituzione transitoria, imposta due mesi fa, che dava poteri speciali ai militari.

Nessuno scrupolo e dichiarando che si è trattata di una decisione presa di comune accordo, il presidente egiziano con una mossa inaspettata ha mandato a casa il capo delle Forze armate nonché ministro della Difesa Hussein Tantawi. Una mossa dal suono un po' sinistro. Il generale Tantawi è lo stesso uomo che aveva cercato fino in fondo di preservare il potere dei militari e che è stato al servizio di Hosni Mubarak per vent'anni e risulta strano che abbia accettato prorprio adesso di farsi da parte volontariamente.

Ma nonostante i dubbi in merito, si è già deciso il suo sostituto. Abdel-Fattah el-Sissi, così come confermato dal portavoce Yasser Ali in una conferenza stampa trasmessa dalla tv di Stato, prenderà il posto di Tantawi. Ma l'ex ministro della Difesa non è l'unico ad essere stato silurato dal Presidente egiziano. Dopo aver licenziato qualche giorno fa il capo dell'intelligence Muraf Muafi, ieri il Presidente Morsi ha congedato anche il capo di Stato Maggiore, il generale Sami Enan.

Ma non è tutto. A destare ancora stupore, la scelta da parte di Morsi di nominare un suo vice. È la seconda volta in 30 anni di storia egiziana che il Paese ha un numero due che oggi ha il nome di Mahmoud Mekki. Come ciliegina sulla torta, il Presidente egizio, per non lasciare dubbi in merito al suo operato, ha annullato la Costituzione transitoria (adottata proprio poche ore prima del suo insediamento) che di fatto alterava l'equilibrio dei poteri a favore dei militari, privando il presidente di un discreto numero di importanti prerogative.

 

Commenti dal canale

TAG CLOUD