Moody's: «Italia fuori dalla crisi nel 2013»

di Francesca Porta 

L'agenzia di rating è ottimista sulla situazione economica italiana. E Fitch aggiunge: «Monti è credibile»

Francesca Porta

Francesca Porta

Leggi tutti


Foto Getty Images

Foto Getty Images

Dopo tante bocciature e declassamenti, finalmente le agenzie di rating spendono una buona parola per il nostro Paese. Nella mattinata di martedì 21 agosto, infatti, Moody's ha dichiarato che «Italia, Spagna e Portogallo» potrebbero uscire dall'attuale stato di crisi «entro il 2013, se sapranno applicare le riforme adottate fin'ora».

Secondo l'agenzia statunitense, nel 2013 l'Italia potrebbe veder tornare la dinamica del Pil a livelli pre-crisi, con un tasso di crescita compreso tra lo 0% e il -0,5%. Questo, ovviamente, a patto che il nostro Paese riesca ad applicare le riforme.

Alle parole ottimistiche di Moody's si sono aggiunte quelle del presidente dell'agenzia Fitch, David Riley: «L'attuale governo italiano ha tantissima credibilità . Monti deve fare progressi il più velocemente possibile per creare una certa luce in fondo al tunnel».

Luce che, se per l'Italia potrebbe essere vicina, per altri Paesi è invece ancora un miraggio. «Grecia e Irlanda potrebbero richiedere fino al 2016 per completare il loro programma di risanamento dei conti», sostiene infatti Moody. «Tutti i Paesi hanno già varato le difficili, ma necessarie riforme per uscire rafforzati dalla crisi, tuttavia questa fase di aggiustamento è completa a metà nel megliore degli scenari, a seconda del Paese in questione».

Moody's ha poi comparato l'attuale situazione dei Paesi più deboli dell'Eurozona a una crisi vissuta tra il 1990 e il 1993 da Svezia e Finlandia. In quel caso, la Svezia impiegò tre anni a far tornare il Pil ai livelli pre-crisi, mentre per la Finlandia ci vollero sei anni. «Su base comparativa la situazione di Spagna, Italia e Portogallo sono simili a quelle della Svezia, mentre i casi di Grecia e Irlanda sono più simili a quello della Finlandia».

Se così fosse, dunque, l'Italia sarebbe a metà dei tre anni che sono serviti alla Svezia per aggiustare il Pil. Tra un anno e mezzo, alla fine del 2013, potremmo essere fuori dalla crisi economica. È solo una previsione ottimistica? Impossibile dirlo. Certo è che, dopo queste parole, tutte le borse europee hanno aperto in positivo.

 

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    • 8
    • 15
  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    • 3
    • 0
  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    • 3
    • 0
  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    • 7
    • 5

Commenti dal canale

TAG CLOUD